GURDJIEFF - DE HARTMANN: Hidden Sources

Esecutore: A.Celletti, piano

Autore: Gurdjieff-de Hartmann

Numero dischi: 1

Barcode: 8025336480014

Kha
CD
2003
KHA001
2003-11-01
14,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo
Questo mese presentiamo un disco già in circolazione da qualche anno ma visto il suo successo di critica che potete vedere più sotto, ve lo riproponiamo molto volentieri. Una raccolta graziosa ed essenziale per conoscere Gurdjieff.
"Hidden Sources è non solo la più rappresentativa ma anche la migliore selezione della musica di Gurdjieff / De Hartmann che abbia mai ascoltato su CD. Lo stile pianistico di Alessandra Celletti è talmente sensibile da ricordare Glen Gould.
L' esecuzione e la selezione dei brani sono eccezionali."
(J. Walter Driscoll - Editore della Gurdjieff International Review e autore di "Gurdjieff: an annotated bibliography" -1985- e "Gurdjieff: a Reading Guide" )
"Hidden Sources offre una interpretazione delicata e sensibile della musica di Gurdjieff / De Hartmann, capace di esprimere quella rara qualità di saper coniugare abbandono e precisione nella esecuzione dei brani. Questa musica è al tempo stesso semplice e straordinariamente profonda; e nel tocco di Alessandra Celletti risuonano le medesime qualità."
(Jacob Needleman - Professore di Filosofia alla San Francisco State University e autore di "L'anima smarrita")
"(...) Cellule di bellezza e saggezza non verbale che parlano chiaro, in profondità. Ogni nota scolpisce un tratto, una curva, una chiave svela una montagna, uno zigomo, un odore, un paesaggio dell'anima. Danze Sacre per increduli viaggiatori della conoscenza. Immenso."
(Marco Boccitto - Il Manifesto - 13 Marzo 1999)
"Già nel 1980 Keith Jarrett dedicò allarmeno un album con le sue musiche sacre trascritte per piano dallo stesso De Hartmann senza però coglierne la profonda interiorità che quelle pagine esprimevano. Ci riesce invece la pianista romana Alessandra Celletti specializzata nel repertorio del Novecento espressionista. Il suo tocco dà una particolare colore emozionale ad ogni nota, ad ogni passaggio, ad ognuno dei 18 brani del disco che rileggono, alloccidentale, canzoni asiatiche e indiane (...) La lettura, scarna ed essenziale, esalta, ad ogni passaggio, la scrittura di alto livello dei due compositori."
(Paolo De Bernardin - Musica! di La Repubblica - 22 Luglio 1999)

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward