DUKE ELLINGTON: Duke Ellington meets Coleman Hawkins

Esecutore: Duke Ellington, Coleman Hawkins

Autore: Duke Ellington

Numero dischi: 2

Barcode: 0753088002670

Lp 45 Giri
Jazz
2011
ASLPIMP26
2011-05-01
70,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

 «Gli album che vedono protagonisti due o più stelle di prima grandezza costituiscono da sempre un’insidia per le case discografiche, in quanto gli artisti – spesso oberati da impegni pressanti – dedicano troppo poco tempo alle prove per riuscire a trovare un’intesa in grado di dar vita a performance di alto livello. Queste insidie sono più reali di quanto non si creda, come dimostra il fatto che molti di questi album sono stati ben presto dimenticati. Per sua fortuna, la Impulse poté contare su collaborazioni molto solide, che grazie ai suoi dischi raggiunsero anche una notevole fama. Per la verità, questo album non rappresenta uno dei vertici di questo genere, ma si fa ascoltare con grandissima piacevolezza sia nei brillanti assoli di “Limbo Jazz” sia nell’incedere lento stile New Orleans con cui viene eseguita “Wanderlust”. Tutti danno il meglio di sé in questo splendido disco comprendente brani originali di Ellington» (Steven McDonald, All Music). 

 

Due le cose che colpiscono nel riascoltare i nove brani del disco originale. In primis l’incantevole fluidità della musica e il passo felpato con cui Hawk s’inserisce nella formazione ellingtoniana, diventandone protagonista con la sua impronta inimitabile ma senza strafare; in secondo luogo il fatto che siamo di fronte a uno small group di sette elementi che però suona come una big band (merito del lavoro di raccordo del pianoforte del Duca, dell’eccezionale propulsione dei tamburi di Sam Woodyard e degli incroci impeccabili degli altri due sassofonisti, Johnny Hodges e Harry Carney). Tra l’iniziale Limbo Jazz, dall’energia contagiosa, e la latineggiante Ray Charles’ Place, tra Mood Indigo e Solitude (bonus dell’edizione su cd del 1995, magistralmente introdotta dal violino
di Ray Nance) si cade comunque bene. Non ci resta quindi che citare il New York Times: «Uno dei migliori album di Ellington, uno dei migliori album di Hawkins e uno dei migliori album degli anni Sessanta».

 

Registrazione effettuata il 18 agosto del 1962 a New York.

 

Coleman Hawkins, sax tenore
Duke Ellington, pianoforte
Johnny Hodges, sax contralto
Harry Carney, sax baritono e clarinetto basso
Ray Nance, violino e cornetta
Lawrence Brown, trombone
Aaron Bell, contrabbasso
Sam Woodyard, batteria

Tracklist

Limbo Jazz
Mood Indigo
Self-Portrait (Of the Bean)
The Ricitic
Ray Charles' Place
The Jeep is Jumpin'
You Dirty Dog
Wanderlust

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward