JOHNNY HARTMAN: Once in every life

Esecutore: Johnny Hartman

Autore: Johnny Hartman

Numero dischi: 1

Barcode: 0753088910562

Sacd Ibrido
Jazz
2017
ASSACD105
2017-12-01
37,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

«Questo è uno di quei dischi che gli appassionati sperano che vengano presto ristampati in un’edizione audiophile e mi è giunta voce che Clint Eastwood si sia spinto molto al di là delle semplici speranze, provvedendo ad acquistare il nastro originale. Lasciamo però che di queste cose si occupi Chad Kassem… In ogni caso, questo disco presenta una qualità sonora nettamente migliore di quella – già apprezzabile – dell’edizione originale. Se apprezzate questo genere di canto stile Great American Songbook non potrete che amare questo disco. Ma quanto è grande Hartman? Hartman è l’unico vocalist che abbia avuto l’onore di registrare un disco con il mitico John Coltrane, un fatto che non sfugge ai molti estimatori di questo grande jazzista. Questo disco è una riedizione fin troppo facile da raccomandare» Qualità artistica: 9/11 – Qualità sonora: 10/11 (Michael Fremer, AnaloguePlanet.com). «La Analogue Productions ha accettato la sfida e ha ripubblicato questo vero e proprio gioiello con un bilanciamento, una trasparenza e una definizione di ogni strumento di gran lunga migliore rispetto all’originale. La voce di Hartman viene resa il tutto il suo fascino morbido e vellutato. Il suo dolcissimo timbro baritonale riesce spesso a stupire con il suo stupefacente controllo e gli strumenti emergono dall’oscurità, fondendosi e accompagnando la voce di Hartman alla perfezione […] Nel complesso, si tratta di un disco assolutamente imperdibile. Ci troviamo di fronte a uno di quei pochissimi dischi in grado di accompagnare gli appassionati in un realistico viaggio attraverso gli alti e i bassi che costellano la vita e gli affetti di ognuno di noi. Sotto questo aspetto, la Analogue Productions è riuscita di nuovo a fare un miracolo. Questo album è un titolo senza tempo, che raccomando a tutti con la massima convinzione» (David Nemzer, Positive Feedback Online, novembre 2016) «Hartman aveva un timbro baritonale così morbido e avvolgente che gli consentiva di conquistare chiunque»: così ha scritto Eugene S. Robinson nel sito web Ozy.com, descrivendo in maniera molto calzante il genio del grande crooner baritono Johnny Hartman. Nel 1946 l’allora ventitreenne Hartman si aggiudicò il primo premio in un concorso di canto, un fatto che gli consentì di essere aggregato alla band di Dizzy Gillespie. Dopo la fine della collaborazione con Gillespie, Hartman si diede molto da fare per mettersi in luce presso il grande pubblico, ottenendo però risultati spesso molto al di sotto delle aspettative. Questa situazione poco favorevole ebbe magicamente fine quando Hartman attirò l’attenzione di John Coltrane, con il quale realizzò quello che è unanimemente considerato il titolo migliore di tutta la sua discografia, vale a dire John Coltrane and Johnny Hartman. In questo periodo sia Frank Sinatra sia Dean Martin si recarono spesso ai concerti di Hartman per cercare di carpire il segreto che gli permetteva di avere un fraseggio così morbido e incisivo. Purtroppo, Hartman morì ad appena 60 anni di età a causa di un tumore ai polmoni e oggi sia la sua arte sia la sua personalità continuano a essere tristemente poco conosciute dal grande pubblico. Per onorare la memoria di questo cantante, oggi la Analogue Productions ha deciso di ripubblicare in una veste meravigliosamente audiophile Once in Every Life. Nel suo penultimo album – dodici giorni più tardi avrebbe ancora registrato un disco per l’etichetta Audiophile – il cinquantasettenne Hartman dimostra di essere ancora in forma smagliante. La sua ricca voce baritonale viene accompagnata da un sestetto che comprende tra gli altri il celebre Frank Wess – per l’occasione al sax tenore e al flauto – il trombettista Joe Wilder e il pianista Billy Taylor. Il programma comprende una serie di ballate dai toni lenti ai ritmi più vivaci e – come sottolinea giustamente il critico di AllMusic – Hartman dimostra anche alla fine della sua carriera di avere ancora un grande talento e un timbro molto affascinante, come si può notare per esempio in brani come “Easy Living”, “Wave” e “I Could Write a Book”. Nel celebre film I ponti di Madison County, Clint Eastwood inserì ben quattro brani tratti da Once in Every Life. Questa pellicola permise al pubblico del grande schermo di scoprire un cantante che merita a tutti i costi di essere ricordato. Inutile dire che i pregi di questa splendida rimasterizzazione su SACD ibrido stereo della Analogue Productions non si limitano alla possibilità di apprezzare la morbida ed elegantissima voce di Hartman. Infatti, c’è molto, molto di più.

Per ottenere una qualità sonora in grado di soddisfare anche gli audiofili più esigenti, la Analogue Productions ha affidato la rimasterizzazione al mitico Kevin Gray della Cohaerent Audio.  Si tratta senza dubbio di un album assolutamente imperdibile. Wow! Chad Kassem ha cercato di riproporre questo disco dal 1994 e ora ci è finalmente riuscito. Dopo aver ascoltato questo disco non farete fatica a capire le regioni di questo impegno durato oltre vent’anni. Per il resto, se vi era piaciuta la ristampa di Dream With Dean di Dean Martin pubblicata dalla Analogue Productions, amerete sicuramente anche questo disco.

Tracklist

Easy Living
It Was Almost Like A Song
Wave
By Myself
For All We Know
Will You Still Be Mine
Nobody Home
I Could Write A Book
I See Your Face Before Me

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward