THE JAMES GANG: Rides again

Esecutore: The James Gang

Autore: The James Gang

Numero dischi: 1

Barcode: 0821797147712

LP
Pop/Rock
2019
MFSL1-477
2019-10-01
70,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

In questo disco di James Gang guidata da Joe Walsh un vigoroso hard rock va a braccetto con ballate ricche di suggestioni country

Il programma di questo classicissimo del 1970 comprende “Funk #49” e la sensazionale “Bomber”

Rimasterizzazione effettuata a partire dai nastri analogici originali

Tiratura limitata strettamente a sole 4000 copie per tutto il mondo

 

Guidata da Joe Walsh, futuro leader degli Eagles, la James Gang stabilì con il suo secondo album pubblicato nel 1970 un modello ineludibile con il suo vigoroso trio. Grazie alla presenza di un vero e proprio classico come “Funk #49”, Rides Again rivela una straordinaria versatilità artistica, rappresentata da spunti di hard rock e ballate dai toni intensamente introversi uniti da una meravigliosa musicalità. La spiccata propensione del quartetto per i brillanti boogie e i passaggi vivaci della prima parte del disco trovano un’alternativa nella seconda parte, dove la James Gang tira fuori dal cilindro una serie di spunti di grande interesse, con le tastiere che offrono soluzioni molto interessanti sotto il profilo stilistico. Dal primo all’ultimo brano, Rides Again è un vero classico del rock degli anni Settanta e oggi – grazie alla Mobile Fidelity – può contare su una qualità sonora in grado di esaltare ancora di più la musica della James Gang. Registrato nell’allora nuovissimo Record Plant, questo disco appare molto più autorevole e godibile di quanto sia mai apparso nelle stampe analogiche restaurate che hanno preceduto questa accuratissima rimasterizzazione della Mobile Fidelity. Rimasterizzato a partire dai nastri analogici originali e stampato dalla RTI in una tiratura limitata a sole 4000 copie numerate per tutto il mondo, questo LP da 180 consente di apprezzare sonorità coinvolgenti, una straordinaria escursione dinamica e una serie di dettagli sonori che nell’edizione originaria non erano nemmeno immaginabili. Il sound vigoroso, la grinta delle chitarre, le note gravi del basso di Dale Peters, il timbro della voce di Walsh e l’incontenibile energia della batteria vengono esaltati tutti al massimo grado in questa nuova imperdibile riedizione della Mobile Fidelity. Questa rimasterizzazione può anche contare su una maggiore separazione tra gli strumenti, un palcoscenico sonoro più ampio e groove apparentemente senza limiti. In ogni caso, l’elemento di maggior richiamo di Rides Again continua a essere senza ombra di dubbio Walsh. Trasmessa a suo tempo in continuazione dalla radio, “Funk#49” – che si apre con l’irresistibile dichiarazione «I sleep all day, out all night / I know where you’re goin’» («Dormo tutto il giorno, esco di notte / So dove stai andando») continua a essere considerata da molti il brano più emblematico da solista di Walsh. Nonostante questo nessuno può negare che gli accenti sensuali di “Woman”, che rimangono fissi in testa, e le sonorità protometalliche del brano a più voci “The Bomber” rappresentino pienamente la chimica e lo slancio della James Gang. Con la sua slide guitar con Echoplex, Walsh esegue fenomenali passaggi psichedelici e blues, mentre gli altri membri della band rispondono con toni più melodici. Per tutta la durata del disco è possibile apprezzare la straordinaria sinergia che unisce tutti i componenti del trio. Questa brillante interazione si può notare anche nei brani dal carattere più country del Lato B. Sostenute da sezioni gutturali dell’organo da un carattere più riflessivo, sincere ballate come “Tend My Garden” esprimono un lato più morbido della band. Allo stesso modo, la acustica “Garden Gate” e “Ashes the Rain and I”, quest’ultima arrangiata brillantemente da Jack Nitzsche, mettono in grande evidenza la sincerità e l’ecletticità che fecero pensare a molti addetti ai lavori che la James Gang era ormai pronta a superare i limiti che affiggeva la maggior parte delle band di quegli anni. Purtroppo, nel 1971 la decisione di Walsh di lasciare la band, finì per tarpare le ali della James Gang e – a posteriori – si può dire che fece salire le quotazioni di Rides Again, che continua a costituire una fulgida testimonianza del rock più autentico degli anni Settanta.


Tracklist

Funk #49
Asshtonpark
Woman
The Bomber
Tend My Garden
Garden Gate
There I Go Again
Thanks
Ashes the Rain and I

16 altri prodotti nella stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

arrow_upward