Strauss R.: Intermezzo

Esecutore: Muenchne Rundfunkorchester, U.Schirmer

Autore: Strauss R.

Numero dischi: 2

Barcode: 0761203790128

Cpo
CD
2014
CPO777901
2014-07-01
37,18 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

L’edizione del 2011 del Festival Richard Strauss di Garmisch-Partenkirchen ruotava intorno alla tensione esistente tra la vertiginosa personalità artistica e la prosaica vita borghese di Strauss, nelle sue incarnazioni di uomo e di compositore. Uno degli appuntamenti più attesi di questa rassegna era senza dubbio l’esecuzione in forma di concerto dell’opera Intermezzo proposta dalla Münchner Rundfunkorchester diretta da Ulf Schirmer («Strauss rappresenta una stella fissa del mio firmamento musicale. È stato un grande onore avere avuto la possibilità di dirigere un’opera così compressa […] nel luogo in cui è ambientata»). Sul palcoscenico era presente anche Brigitte Fassbaender, direttore artistico del Richard Strauss Festival di Garmisch-Partenkirchen, per interpretare alcune particine recitate e il ruolo di una giocatrice di skat. Questo gioco di carte riveste un ruolo di grande importanza nell’allestimento di quest’opera, il cui libretto fu scritto dallo stesso Strauss, a sua volta accanito appassionato di skat. Rappresentata per la prima volta a Dresda nel 1924, Intermezzo è un’opera dai toni chiaramente autobiografici, una commedia basata su battibecchi coniugali e con il cognome dei due protagonisti – Storck – non molto diverso da quello del compositore. Come si legge nelle interessanti note di copertina firmate dal professor Laurenz Lütteken: «scrivendo Intermezzo, Strauss inventò di fatto quella che fu poi definita Alltagsoper, un’opera basata sui temi della vita quotidiana». Nell’introduzione il grande compositore di Monaco scrisse che Intermezzo era stata concepita prendendo spunto «dalla vita di tutti i giorni», spaziando «da una prosa quotidiana molto sobria, che si concretizza in dialoghi del tutto normali, ad arie piene di sentimento». In poche parole, componendo Intermezzo Strauss si era posto l’obiettivo di esprimere ogni situazione della vita coniugale «con la massima spontaneità possibile». A questo proposito, Lütteken sottolinea: «Questa esigenza di immediatezza appare del tutto evidente sia nel libretto sia nella partitura. La serie di scene legate tra loro in maniera alquanto labile, all’inizio indicate con precisione e poi in un ordine sempre meno preciso, viene tenuta insieme da una nuova forma di tecnica di recitativo. Con Intermezzo Strauss portò questa tecnica alle estreme conseguenze e separò il compito essenziale della musica dal linguaggio, eliminandolo dai lunghi interludi sinfonici, grazie ai quali rispetto a Die Frau ohne Schatten fece ritorno a una struttura orchestrale chiaramente legata alla tradizione classica. Detto per inciso, questi interludi sinfonici non sono tenuti insieme da nessi tonali né evidenti né nascosti, ma ognuno possiede un proprio carattere e non presenta un particolare sviluppo tematico. Il riferimento a questi interludi nel sottotitolo dell’opera costituisce quindi l’unica allusione al fatto che Intermezzo rientra nei canoni del teatro musicale».

Tracklist

Richard Strauss (1864-1949)
Intermezzo op. 72, commedia borghese in due atti con interludi sinfonici, su libretto del compositore

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward