AA.VV.: American Piano Concertos

Esecutore: Xiayin Wang,pf; Royal Scottish National

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115512821

Chandos
SACD Ibrido
2013
CHANSA5128
2013-10-01
21,00 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

La giovane pianista cinese residente negli Stati Uniti Xiayin Wang ha saputo conquistare il favore del pubblico di tutto il mondo e raggiungere una notevole fama a livello internazionale grazie a un approccio in cui coesistono una assoluta padronanza tecnica, una meravigliosa musicalità e una vitalità molto coinvolgente. A proprio agio sia in veste solistica sia come componente di ensemble cameristici, la Wang presenta in questo disco tre grandi concerti per pianoforte e orchestra dei compositori americani George Gershwin, Aaron Copland e Samuel Barber con l’accompagnamento della Royal Scottish National Orchestra diretta da Peter Oundjian. Composto nel 1925, il Concerto in fa maggiore di George Gershwin costituisce una delle sintesi più brillanti delle tradizioni classica e jazz. Nei tre movimenti di questo concerto è possibile apprezzare fino in fondo lo straordinario talento di creatore di melodie del grande compositore americano, che in quest’opera seppe esprimere la sua «impareggiabile propensione per i contrasti, le goffaggini, l’eccitazione e la gioia della vita, che emergono prepotentemente da ogni battuta di quest’opera». Xiayin Wang ha già dimostrato di avere un’affinità naturale con lo stile di Gershwin nel suo ultimo disco realizzato per la Chandos, dove ha eseguito una serie di suoi brani trascritti da Earl Wild con «verve, brillantezza e palpabile piacere» (American Record Guide). Il Concerto per pianoforte e orchestra scritto da Copland nel 1927 è un’altra opera fortemente influenzata dal jazz. All’epoca della sua prima esecuzione molti addetti ai lavori sottolinearono le analogie di questo lavoro con il più famoso concerto di Gershwin, anche se a un ascolto più attento si nota che Copland non si fece influenzare dallo stile dell’autore della famosissima Rhapsody in Blue. Piuttosto, nel concerto di Copland è possibile riconoscere alcuni elementi jazz adottati dai compositori che vivevano a Parigi negli anni Venti come Milhaud e Stravinsky. Le due sezioni in cui si divide questo concerto riflettono alla perfezione quelle che Copland riteneva fossero le due anime fondamentali del jazz, vale a dire il blues lento e lo snappy number (brano vivace). Nel 1962 Samuel Barber portò a termine il suo Concerto per pianoforte e orchestra, che consentì al suo autore di aggiudicarsi il prestigioso Premio Pulitzer. Come le altre due opere presentate in questo disco, questo concerto rispecchia molto bene lo stile originale ed estremamente idiomatico concepito dai maggiori compositori americani del XX secolo. Le ambiguità armoniche e alcune stridenti dissonanze rivelano l’interesse di Barber per il repertorio russo e il suo stile viene arricchito da qualche leggero influsso jazz, come si può notare per esempio nei ritmi del breve Finale. In ogni caso, questo concerto è pervaso da uno stile drammatico e retorico, saldamente fondato sul romanticismo che pervade tutte le opere di Barber.

 

Xiayin Chang su Chandos:

 

EARL WILD

opere per pianoforte

Xiayin Wang, pianoforte

CHAN10626 (CD alto prezzo)

«Xiayin Wang sfoggia una tecnica superba e una assoluta comprensione di queste opera; la pianista cinese si rivela del tutto convincente e gli ingegneri del suono della Chandos riproducono il suo pianoforte con una magnifica presenza e un suono molto ricco, che contribuisce a rendere questo disco un’uscita assolutamente imperdibile per gli appassionati di pianoforte» (International Record Review).

 

SERGEI RACHMANINOV

opere per pianoforte

Xiayin Wang, pianoforte

CHAN10724 (CD alto prezzo)

«In questo disco, anche nei brani più brillanti e virtuosistici di Sergei Rachmaninov, la Wang sfoggia un’apprezzabile chiarezza e una meravigliosa musicalità. La bravissima pianista cinese fa apparire le opere del suo compositore preferito più belle e inconfondibilmente russe che mai» (Gramophone).

Tracklist

George Gershwin (1898-1937)
Concerto in fa maggiore per pianoforte e orchestra
Aaron Copland (1900-1990)
Concerto per pianoforte e orchestra
Samuel Barber (1910-1981)
Concerto per pianoforte e orchestra

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward