AA.VV.: Fantasie per fagotto

Esecutore: k.Gheorghegan, fagotto P.E.Fischer,piano

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115170328

Chandos
CD
2011
CHAN10703
2011-10-01
17,56 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

La Chandosdecise di offrire il contratto di esclusiva a Karen Geoghegan nel 2007, dopo che la giovane fagottista si era messa in luce nel programma televisivo della BBC Classical Star. Nel quinto disco realizzato per la casa discografica inglese si può apprezzare la maturità espressiva e la sensibilità che hanno rapidamente consacrato la Geoghegan tra le soliste più promettenti del panorama concertistico internazionale e hanno spinto un critico di Gramophone a scrivere: «Provate a pensare a cinque fagottisti di livello internazionale. Dopo Archie Camden e Gwydion Brooke vi troverete in imbarazzo nel notare che non vi viene in mente nessun altro nome. Per fortuna, a questa smilza lista potremo presto aggiungere il nome di Karen Geoghegan». In questo disco la Geoghegan è accompagnata dal pianista Philip Edward Fisher in una bella antologia di brani di alcuni dei più grandi compositori del XIX e del XX secolo, tra cui Franz Schubert, Robert Schumann, Louis Spohr, Sergei Rachmaninov ed Edward Elgar. Eppure – fatta eccezione per la Sonata in mi bemolle maggiore di Gustav Schreck – nessuna delle opere presentate in questo disco è stata composta in origine per fagotto. Considerato tra i brani di breve durata più belli di Rachmaninov, Vocalise fu scritto per voce a bocca chiusa e pianoforte. Dimostrando le straordinarie risorse della voce come strumento, quest’opera costituisce una delle prime dimostrazioni di come la pura melodia possa esprimersi benissimo anche senza la voce. In questo splendido arrangiamento il fagotto ricopre il ruolo di “voce a bocca chiusa” dimostrando fino in fondo tutte le sue grandi risorse liriche, come peraltro si può notare anche nella bellissima Salut d’amour di Elgar. Il Fantasiestücke di Robert Schumann fu scritto in origine per clarinetto e pianoforte e le sue tre parti devono essere eseguite senza soluzione di continuità, con ogni brano che riprende e sviluppa le idee melodiche di quello precedente. Rimasta inedita e dimenticata per decenni dopo la morte del suo autore, la Sonata in la minore D.821 di Franz Schubert è un’opera complessa e dotata di un grande slancio espressivo, che passa dalla malinconia più profonda a scatti di vitalità molto coinvolgenti. 

Tracklist

Franz Schubert (1797-1828)
Sonata in la minore per arpeggione e pianoforte D.821
Robert Schumann (1810-1856)
Fantasiestücke op. 73
Gustav Schreck (1849-1918)
Sonata in mi bemolle maggiore op. 9
Louis Spohr (1784-1859)
Adagio in fa maggiore
Sergei Rachmaninov (1873-1943)
Vocalise
Sir Edward Elgar (1857-1934)
Salut damour op. 12

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward