ELGAR: Concerto x violino e altre opere

Esecutore: T.Little,vl; Royal Scottish National

Autore: Elgar

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115508329

Chandos
SACD Ibrido
2010
CHANSA5083
2010-11-01
21,00 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Lattesissima registrazione del Concerto per violino e orchestra di Elgar realizzata da Tasmin Little viene presentata dalla Chandos nel novembre del 2010, a un secolo esatto di distanza dalla sua prima esecuzione assoluta. Tasmin Little è molto legata a questo concerto, che nel 2007 ha eseguito più volte nel corso di una lunga tournée nel Sud-est asiatico per celebrare il 150° anniversario della nascita del grande compositore inglese e che ha proposto in parecchie occasioni in Inghilterra, tra cui ai Proms della BBC alla Royal Albert Hall, al Barbican Centre con la BBC Symphony Orchestra e alla Royal Festival Hall con la Philharmonia Orchestra. Uno degli aspetti più interessanti di questa nuova registrazione è costituito dal fatto che la Little suona la cadenza eseguita per la prima versione discografica, che vide protagonista nel 1916 Marie Hall. Per quelloccasione Elgar, tra le altre cose, aggiunse allorganico due arpe per far fronte alle carenze sonore della tecnologia di registrazione dellepoca. Per chi è abituato ad ascoltare la versione che viene eseguita di solito nelle sale da concerto (peraltro presente anche in questo disco) linterpretazione della Little rappresenta un ascolto non solo gradevole, ma anche molto stimolante, trattandosi anche di una importante addizione alla discografia del concerto di Elgar. P?er consentire di ascoltare la versione che si preferisce, la cadenza del 1916 è stata inserita in una traccia separata, che può essere programmata o meno alla sequenza dascolto. In unintervista rilasciata di recente, Tasmin Little ha dichiarato: «Ho atteso molto tempo prima di decidermi a registrare il Concerto per violino e orchestra di Elgar, unopera che eseguo da oltre ventanni e a cui sono profondamente legata. Nel sempre ispirato Andrew Davis e nella magnifica Royal Scottish National Orchestra ho finalmente trovato i partner ideali per fissare su disco questo monumentale capolavoro della letteratura del Novecento inglese». Il programma di questo disco è completato da un altro brano per violino e orchestra, laffascinante Interludio tratto da The Crown of India, e Polonia, unopera di ampio respiro dalla ricca vena melodica in cui fanno capolino i temi di diversi canti popolari polacchi oggi quasi del tutto sconosciuta, che venne commissionata a Elgar nel 1915 dal direttore dorchestra polacco Emil Mlynarski e dedicata a Ignacy Jan Paderewski, pianista-compositore di grande talento e in seguito primo ministro della Polonia. Dopo essersi messa in grande evidenza nel 1982 nel concorso BBC Young Musician of the Year, Tasmin Little ha iniziato una intensa attività concertistica che lha vista applaudita protagonista in tutte le principali città del mondo e ha registrato oltre 20 dischi. Grazie a un approccio estremamente innovativo che le ha consentito di portare alla luce lati pressoché inediti delle opere più famose del repertorio classico, nel 2008 Tasmin Little ha ricevuto il Classic FM / Gramophone Award for Audience Innovation per il progetto The Naked Violin portato a termine a Londra. Accanto a una serie di acclamate incisioni dedicate ai concerti per violino e orchestra più famosi del repertorio romantico e tardo romantico compresi quelli di Max Bruch, Johannes Brahms e Jan Sibelius la Little ha registrato ed eseguito in concerto anche opere assai meno note, dedicandosi in particolare a opere dimenticate di diversi compositori inglesi vissuti tra il XIX e il XX secolo. Per la Chandos, Tasmin Little ha inciso il Concerto per violino e orchestra di Gerald Finzi (CHAN9888), accolto con grande entusiasmo dalla stampa specializzata di tutto il mondo. Da parte sua, Sir Andrew Davis si è messo in evidenza come uno degli interpreti più autorevoli del repertorio inglese in generale e della produzione di Elgar in particolare, come dimostra lo strepitoso successo di pubblico e di critica ottenuto nel 2009 con la prima registrazione mondiale di The Crown of India (CHAN10570(2), 2 CD). Letichetta britannica vanta anche da molti anni una proficua collaborazione con la Royal Scottish National Orchestra, che negli ultimi trentanni si è concretizzata in un gran numero di dischi di altissimo livello sia sotto laspetto delle qualità interpretativa sia sotto quello della resa sonora. Registrato a cinque canali surround, questo nuovo SACD si colloca in questa splendida tradizione.

Tracklist

Edward Elgar (1857-1934)

Concerto in si minore per violino e orchestra op. 61 (cadenza originale)

Polonia

Interludio da The Crown of India

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward