HANK MOBLEY: Mobleys Message

Esecutore: Hank Mobley

Autore: Hank Mobley

Numero dischi: 1

Barcode: 0753088706165

Sacd Ibrido
Jazz
2017
ASSACD7061
2017-01-01
39,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Il celebre critico Leonard Feather affermò che Hank Mobley era «il detentore della corona dei mesi medio-massimi tra i tenorsassofonisti», una definizione molto fantasiosa che voleva sottolineare il fatto che il suo stile esecutivo non era aggressivo e grintoso come quello di John Coltrane e Sonny Rollins, ma nemmeno sofisticato e delicato come quello di Stan Getz e Lester Young. Hank Mobley diede un contributo determinante alla definitiva affermazione della corrente dell’hard bop, uno stile che faceva coesistere con un mirabile equilibrio la raffinatezza con spunti nostalgici, strutture molto complesse con uno swing molto coinvolgente e le cui architetture lasciavano spazio a lunghe improvvisazioni. Nato a Eastman, in Georgia, nel 1930 ma cresciuto a New York, Mobley divenne con il suo fenomenale sax tenore uno dei massimi punti di forza della band del pianista Horace Silver, che negli anni Cinquanta si sarebbe trasformato nello strepitoso quintetto condotto in associazione con Art Blakey e passato alla storia della musica con il nome di Jazz Messengers. Uscito nel 1955, il loro splendido disco d’esordio per la Blue Note Horace Silver and the Jazz Messengers divenne nel corso di brevissimo tempo una delle pietre miliari dell’hard bop, grazie ad assoli estremamente sofisticati e a ritmi brillanti e quasi funky. Mobley raggiunse l’apice della sua carriera nella prima metà degli anni Sessanta con una serie di brani che segnarono la storia dell’hard bop come Soul Station, No Room for Squares e A Caddy for Daddy. In questo titolo della Prestige Mobley sfoggia il suo stile inconfondibilmente swing in tre variazioni diverse. Quattro brani vedono protagonista il quintetto, nel quale Mobley viene affiancato dal “telegrafista” Donald Byrd, la cui tromba pare sempre pronta a inviare messaggi sottili. Questi due formidabili solisti eseguono due dei brani più emblematici dei giorni di gloria dell’hard bop, “Bouncin’ With Bud” di Bud Powell e “52nd Street Theme” di Thelonious Monk, oltre a due altri brani, “Minor Disturbance” dello stesso Mobley e “Alternating Current”, che vede protagonista tutto il gruppo. Per il blues di Charlie Parker “Au Privave” il quintetto diventa un sestetto, con la partecipazione di un giovane leone del sax contralto, Jackie McLean. Mobley è poi il solista assoluto di “Little Girl Blue”.

 

Hank Mobley, sax tenore
Donald Byrd, tromba
Barry Harris, pianoforte
Jackie McLean, sax contralto
Art Taylor, batteria
Doug Watkins, contrabbasso

Tracklist

Bouncin\' With Bud
52nd Street Theme
Minor Disturbance
Au Privave
Little Girl Blue
Alternating Current

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward