Martinu: Sonate Per Cello E Piano Nn.1 - 3

Esecutore: Paul Watkins, violoncello Huw Watkins, pianoforte

Numero dischi: 1

Autori: Paul Watkins,cello; Huw Watkins, piano

Barcode: 0095115160220

Chandos
CD
2010
CHAN10602
2010-07-01
17,56 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo
Considerato da molti addetti ai lavori uno dei violoncellisti migliori del mondo, Paul Watkins porta avanti da parecchi anni una intensa attività concertistica in ogni parte del mondo e può vantare al suo attivo un gran numero di dischi di alto livello per la Chandos. Nel suo primo disco da artista esclusivo della Chandos Paul Watkins è accompagnato da suo fratello Huw, con il quale ha maturato un rapporto artistico estremamente proficuo. Composte tra il 1939 e il 1952, le tre sonate per violoncello e pianoforte del compositore ceco Bohuslav Martinů sono caratterizzate da una scrittura ricca di soluzione brillanti e molto originali. Nella musica di Martinů è possibile ravvisare molti echi del suo lungo esilio, un fatto che appare evidente soprattutto nella Sonata n. 3 per violoncello e pianoforte e nelle Variazioni su un tema slovacco. Se nella Sonata n. 1 portata a termine nel 1939 il profondo cordoglio suscitato dallo scoppio della seconda guerra mondiale era concentrato soprattutto nei primi due movimenti, il vigoroso Finale, sostenuto dalla accentuata ritmica che sarebbe diventata uno dei tratti più caratteristici dello stile di Martinů, spinse il compositore a dichiarare in occasione della prima esecuzione: «Si tratta di un ultimo saluto, di un bagliore di luce proveniente da un mondo migliore (opinione di altri, non mia). Per molti minuti questo movimento ci porta a concentrarci su quello che la musica può dare e ci fa dimenticare gli orrori della realtà che ci circonda». Nella Sonata n. 2, scritta nel1941, il compositore fa ritorno alle forme classiche, per quanto il primo movimento sia pervaso da una incontenibile vitalità e da ritmi molto incalzanti. Al contrario, il movimento centrale è intriso da una intensa vena melanconica che trova piena espressione nel lirismo del violoncello, mentre lenergico Finale, con ritmi particolarmente accentuati, che sembrano evocare le movenze di una danza popolare boema. Portata a termine nellottobre del 1952, la Sonata n. 3 è lopera più gradevole e facile da apprezzare tra le tre sonate presentate in questo disco, grazie alla presenza di deliziose melodie popolari boeme, di una impeccabile struttura armonica e di qualche gradevole spunto umoristico, soprattutto nel Finale. Dedicate al grande virtuoso Gregory Piatigorsky, le Variazioni su un tema di Rossini (1942) consentono di apprezzare il lato più frivolo e leggero di Martinů, grazie a uno sbrigliato virtuosismo che mette a dura prova le doti tecniche degli interpreti. Le Variazioni su un tema slovacco videro la luce negli ultimi mesi di vita del compositore ceco, a cui era stato diagnosticato un tumore allo stomaco, e sciolgono un inno appassionato alla patria lontana.

PAUL WATKINS SU CHANDOS:

LUIGI DALLAPICCOLA
OPERE ORCHESTRALI VOLUME 2
Gillian Keith, soprano
Paul Watkins, violoncello
BBC Philharmonic Orchestra, Gianandrea Noseda, direttore
CHAN10561 (CD alto prezzo)

CYRIL SCOTT
OPERE ORCHESTRALI
Paul Watkins, violoncello
BBC Philharmonic Orchestra, Martyn Brabbins, direttore
CHAN10452 (CD alto prezzo)

BOHUSLAV MARTINŮ
OPERE CAMERISTICHE
George Caird, oboe
Schubert Ensemble
CHAN10551 (CD alto prezzo)

Tracklist

Bohuslav Martinů (1890-1959)

Sonata n. 1 per violoncello e pianoforte

Sonata n. 2 per violoncello e pianoforte

Sonata n. 3 per violoncello e pianoforte

Variazioni su un tema slovacco per violoncello e pianoforte

Variazioni su un tema di Rossini per violoncello e pianoforte

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward