Bill Withers: Live At Carnegie Hall

Esecutore: Bill Withers

Autore: Bill Withers

Numero dischi: 1

Barcode: 0821797215664

Sacd Ibrido
Pop/Rock
2015
MUDSACD2156
2015-10-01
37,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Sebbene non abbia assolutamente nulla da invidiare ai più decantati album di concerti degli anni Sessanta e Settanta, il brillante Live at Carnegie Hall di Bill Withers è un classico ingiustamente dimenticato, un attraente ritratto di un artista soul profondamente legato alla tradizione e sempre pronto a condividere con il pubblico ogni spunto della sua creatività. Con il suo stile sottilmente rassicurante e fascinoso senza eccessi e una voce morbida come i brani che eseguiva, Bill Withers usava il palcoscenico per aumentare la schiera dei suoi fan e comunicare con il pubblico. Grazie a un’accurata rimasterizzazione che ha consentito di ripristinare il bilanciamento originario degli interpreti e di migliorare in maniera molto evidente il palcoscenico sonoro, questa riedizione consente di rivivere le emozioni di un album indimenticabile. Nel complesso, questo disco ha il merito di mettere in primo piano gli elementi più importanti, come l’incontenibile vigore del sound, il desiderio di Withers e degli altri membri della band di prolungare gli arrangiamenti e l’impressionante forza comunicativa che unisce il protagonista ai suoi fan. Mentre molti album live non riescono a comunicare l’eccitante sensazione di un evento dal vivo, questa ristampa dà l’impressione di stare realmente vivendo l’evento musicale in prima persona. In questo modo, si diventa non solo ascoltatori ma addirittura quasi testimoni di un concerto storico. Per questa e altre ragioni, Live at Carnegie Hall si colloca sullo stesso (altissimo) piano di Live at the Apollo di James Brown e di Live at the Regal di B.B. King. Non si tratta affatto di fanfaronate pubblicitarie, ma della grandezza di un artista e di una eccezionale tecnica di ripresa sonora. Antitesi dei sudati urlatori R&B che si aggirano con movimenti furtivi sul palcoscenico, Withers punta tutte le sue carte su una morbida dolcezza e su una toccante vulnerabilità, qualità che appaiono evidenti in quasi tutti i suoi brani. I brani in programma spaziano dal soul, al blues e al folk e in alcuni casi arrivano a far coesistere elementi di tutti questi stili. Live at Carnegie Hall prende in esame in maniera molto diretta e con un’onestà cristallina alcuni temi all’epoca molto scottanti. Nei brani eseguiti da Withers e dalla sua band entrano argomenti come l’amicizia, la povertà, la guerra, la maturità, la famiglia e l’amore, che vengono trattati senza goffe reticenze e ipocriti moralismi. Buona parte del merito di questo approccio va attribuita alla disarmante spontaneità di Withers, all’intensità espressiva dei testi e alla prova assolutamente impeccabile della band, che quella sera doveva evidentemente essere in uno stato di grazia. «Continuiamo?», domanda Withers rispondendo alle pressanti richieste di ripetere una strofa di “Use Me” e – allo schiocco delle dita del leader – i suoi musicisti riprendono a suonare e il pubblico a scandire con incessanti battimani ogni nota. Questo inaffondabile classico, la famosa “Ain’t No Sunshine”, l’intensissima “Grandma’s Hands” e l’indimenticabile “Lean on Me” vengono eseguite con vitalità, passione e una meravigliosa vena soul. Nel corso della storia del disco pochissimi dischi sono riusciti a esprimere la stessa sintonia tra l’artista e il pubblico come Live at Carnegie Hall. Un disco semplicemente indispensabile.

Tracklist

Use Me
Friend of Mine
Aint No Sunshine
Grandmas Hands
World Keeps Going Around
Let Me In Your Life
Better Off Dead
For My Friend
I Cant Write Left Handed
Lean on Me
Lonely Town, Lonely Street
Hope Shell Be Happier
Let Us Love
Harlem/Cold Baloney

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward