SCHUBERT - SHOSTAKOVICH: Mus orchestrale

Esecutore: London Symphony Orchestra

Autore: Schubert-shostakovich

Numero dischi: 1

Barcode: 0822231178620

Lso Live
SACD Ibrido
2016
LSO0786
2016-02-01
17,50 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

In questo splendido disco l’LSO String Ensemble diretto dal primo violino della London Symphony Orchestra Roman Simovic presenta una magnifica interpretazione di due famosi capolavori di Franz Schubert e Dmitri Shostakovich nella trascrizione per orchestra d’archi di Gustav Mahler e di Rudolf Barshai. Questo è il secondo titolo dell’etichetta inglese che vede protagonista la formazione di archi, dopo quello dedicato alla Serenata op. 48 di Piotr Ilic Ciaikovsky e il Divertimento di Béla Bartók. Il Quartetto n. 14 in re minore “La Morte e la Fanciulla” di Schubert – che in questo disco viene proposto nella splendida trascrizione per orchestra d’archi di Mahler – è unanimemente considerato tra le gemme più preziose del repertorio cameristico romantico. Schubert scrisse la versione originale di quest’opera poco dopo essersi ripreso da una lunga e dolorosa malattia, al punto che alcuni musicologi si spinsero al punto di ipotizzare che l’autore la avesse intesa come una sorta di testamento prima di una morte considerata ormai imminente. Il titolo di questo quartetto deriva dal secondo movimento, costituito da cinque variazioni basate sulla melodia di uno dei Lied più famosi di Schubert, Der Tod und das Mädchen, nel quale viene delineata l’immagine di una fanciulla terrorizzata dalla comparsa della Morte – raffigurata da uno spettrale scheletro – che le si accosta come una amica amorevole. La Sinfonia da camera in do minore di Shostakovich non è altro che l’arrangiamento per orchestra d’archi realizzata dallo stesso autore del suo Quartetto n. 8, che vide al fianco del grande compositore russo il violista, direttore d’orchestra e fondatore dell’Orchestra da Camera di Mosca Rudolf Barshai. Il Quartetto n. 8 fu portato a termine nel 1960 nel giro di appena tre giorni da uno Shostakovich prostrate da una grave forma di depressione, che lo aveva spinto a dichiarare che quella sarebbe stata la sua ultima opera. Questo quartetto presenta parecchie citazioni dal carattere profondamente personale, tra le quali spiccano l’evocazione di un tema tratto dalla Patetica di Ciaikovsky e diversi motivi provenienti da opere precedenti dello stesso Shostakovich. In particolare, in quest’opera ricorre continuamente il motivo delle lettere iniziali del nome del compositore – DSCH – che conferisce all’opera una intensa impronta musicale. Questa splendida interpretazione è stata registrata dal vivo il 26 aprile del 2015 al Barbican Centre nel quadro dell’LSO International Violin Festival.

Tracklist

Franz Schubert (1979-1828)
Quartetto n. 14 in re minore per archi D.810 La Morte e la Fanciulla (versione per orchestra darchi di Gustav Mahler)
Dmitri Shostakovich (1906-1975)
Sinfonia da camera in do minore per 110a (Orchestrazione di Rudolf Barshai)

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward