Aa.vv.: Opere Ceche Del Xx Secolo

Esecutore: Suk Chamber Orchestra Prague, J.Vlach

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0760623031729

Mdg
CD
2016
MDG0317
2016-11-01
18,59 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Eredità sonora In questa straordinaria ristampa la Suk Chamber Orchestra di Praga presenta le opere più emblematiche di tre compositori cechi del XX secolo appartenenti a tre generazioni diverse, vale a dire Leos Janácek, Bohuslav Martinů e Viktor Kalabis. Inoltre, questa registrazione digitale realizzata nel 1988 è uno degli ultimi dischi realizzati da Josef Vlach, per molti anni direttore artistico e musicale dell’orchestra praghese, poco prima della sua scomparsa. Nel complesso, questo disco rappresenta una imperdibile testimonianza sonora sotto molti punti di vista. Destino ceco Leos Janácek, il decano dei compositori rappresentati in questo disco di grande interesse, basò il suo stile sulle melodie e sui ritmi del patrimonio musicale ceco. La Suite per orchestra d’archi scritta da Janácek prima ancora di aver completato i suoi studi di composizione a Lipsia sembra già puntare in questa direzione, con improvvisi cambiamenti d’atmosfera che creano un dramma estremamente realistico e privo di retorica e che anche in quest’opera giovanile coesiste con una spiccata propensione per gli episodi lirici, dando vita a uno stile estremamente personale. Soggiorno francese Dopo avere studiato violino e composizione con Josef Suk, il “santo patrono” dell’orchestra protagonista di questo disco, Bohuslav Martinů attinse spesso alle tradizioni musicali della sua Boemia. Con i suoi toni, energici, vibranti e intrisi di una coinvolgente vitalità, la produzione di Martinů riflette molto bene le influenze neoclassiche che andavano di moda a Parigi, dove risedette per qualche tempo. La Partita e la Serenata – questi i titoli delle opere presentate in questo disco – evocano l’immagine di brani pervasi da un carattere brillante e aproblematico. Una grande trasparenza cameristica Viktor Kalabis scrisse il suo Dittico per la Suk Chamber Orchestra, che nell’interpretazione di questo brano dai toni molto espressivi rivela alcune delle sue qualità migliori. La pura gioia esecutiva – che molti considerano la caratteristica più apprezzabile della Suk Chamber Orchestra – ha spinto a collaborare con la formazione praghese molti musicisti di grande talento come Paul Tortelier, Igor Oistrakh e Heinz Holliger. Questa splendida orchestra composta da una ventina di musicisti esegue le opere dei compositori boemi con una meravigliosa trasparenza cameristica, che nonostante il passare degli anni non ha perso nulla della sua freschezza.

Tracklist

Leos Janácek (1854-1928)
Suite per orchestra darchi
Bohuslav Martinů (1890-1959)
Partita
Serenata II
Viktor Kalabis (1923-2006)
Dittico per archi op. 66

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward