R.v.williams - Mcewen: Opere Per Viola

Esecutore: L.Power,viola; BBC N.O.of Wales,Brabbins

Autore: R.v.williams-mcewen

Numero dischi: 1

Barcode: 0034571178394

Hyperion
CD
2011
CDA67839
2011-12-01
17,56 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Lawrence Power è oggi considerato uno dei violisti migliori della sua generazione, un fatto che trova conferma nel suono caldo e ricco del suo strumento e in un approccio interpretativo del tutto convincente, che ha spinto molti addetti ai lavori a paragonarlo al decano dei violisti inglesi Lionel Tertis. Le tre opere presentate in questo disco furono tutte dedicate a Tertis, che profuse gran parte delle sue energie ad ampliare il repertorio della viola e si prodigò per tutta la vita per farle riconoscere lo status di strumento solista a tutti gli effetti. I due lavori di Ralph Vaughan Williams sono caratterizzati da una sfrenata vena romantica e pervasi da eleganti atmosfere bucoliche. Flos campi (Fiore di campo) venne completato ed eseguito per la prima volta nel 1925, di fronte a un pubblico a dir poco perplesso di fronte alla sua forma ambigua e alla sua orchestrazione quanto meno insolita. Nonostante l’importante parte della viola solista e la presenza del coro a bocca chiusa, Flos campi non rientra nella categoria dei concerti solistici né in quella delle opere vocali. L’ampia parte della viola procede infatti a braccetto con l’orchestra e il coro si manifesta come un insieme di strumenti, creando un effetto di abbacinante bellezza e di sublime tranquillità. La poco eseguita Suite per viola e piccola orchestra fu scritta dieci anni più tardi e vanta alcuni degli spunti più lirici mai concepiti dal compositore inglese. La ricchissima e raffinata orchestrazione e i memorabili temi del Concerto composto nel 1901 da John McEwen rendono difficile capire perché questo vero e proprio gioiello sia rimasto ai margini del pur limitato repertorio per viola e orchestra. Sotto questo aspetto l’interpretazione di Power rappresenta un’addizione quanto mai opportuna ai cataloghi discografici e si pone come un punto di riferimento ineludibile per i solisti che affronteranno negli anni a venire questo splendido concerto di ampio respiro. In queste tre opere Power viene brillantemente accompagnato dalla BBC National Orchestra of Wales diretta con polso e infallibile buon gusto da un ispirato Martyn Brabbins. 

 

Lawrence Power su Hyperion:

 

PAUL HINDEMITH

integrale delle opere per viola – volume 3

Lawrence Power, viola

BBC Scottish Symphony Orchestra, David Atherton, direttore

CDA67774 (CD alto prezzo)

«Questo disco ci offre la possibilità di ascoltare il palpitante lirismo e la spensierata vitalità del più grande violista inglese […] Dalla viola di Lawrence Power sprigionano scintille luminosissime» (The Times) «Questo disco è pervaso per tutta la sua durata da una meravigliosa musicalità […] Lawrence Power esegue i movimenti lenti con straordinaria intensità espressiva e quelli più mossi con un’incontenibile energia» (The Daily Telegraph).

 

EDMUND RUBBRA – WILLIAM WALTON

concerti per viola e orchestra

Lawrence Power, viola

BBC Scottish Symphony Orchestra, Ilan Volkov, direttore

CDA67587 (CD alto prezzo)

«Nel panorama concertistico internazionale dei primi anni del XXI secolo si è affermato il nome del violista inglese Lawrence Power e questo disco ci consente di capirne le ragioni. Power possiede una tecnica impressionante. Power è estremamente variegato, come si può notare dal continuo mutare della sua linea espressiva. Power dimostra di essere in possesso di un’eloquenza del tutto naturale, che trova piena espressione in un suono molto naturale in tutta l’estensione del suo strumento […] La grande spontaneità dell’approccio di Power gli consente di offrirci un’interpretazione di assoluta autorevolezza […] Soprattutto Power riesce a far cantare sia Rubbra sia la sua viola. Grazie al violista inglese, possiamo affermare con certezza che i giorni in cui la viola era relegata a un ingrato ruolo da comprimaria sono ormai definitivamente finiti» (The Times) «L’interpretazione di Lawrence Power presenta una stupefacente perfezione, una articolazione assolutamente impeccabile e una meravigliosa proiezione sonora […] Il timbro ricco e convincente in ogni dettaglio, l’infallibile intonazione e il maestoso fraseggio di Lawrence Power costituiscono un’ulteriore conferma della sua legittimità ad aspirare alla successione di Tertis, Primrose e Riddle nella gloriosa tradizione della viola inglese» (BBC Music Magazine). 

Tracklist

Ralph Vaughan Williams (1872-1958)
Suite per viola e piccola orchestra
Flos Campi
Sir John McEwen (18681948)
Concerto per viola e orchestra

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward