ATTERBERG: Sinfonie NN.4 & 6

Esecutore: Gothenburg Symphony Orchestra, N.Jarvi

Autore: Atterberg

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115511626

Chandos
SACD Ibrido
2013
CHANSA5116
2013-03-01
21,00 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Nel 2010 il grande direttore estone Neeme Järvi pose mano con la Bergen Philharmonic Orchestra a un ambizioso progetto incentrato sul repertorio scandinavo, che prevedeva la registrazione delle opere estremamente idiomatiche di Johan Halvorsen e Johan Svendsen, due dei compositori norvegesi più conosciuti e amati, fatta ovviamente eccezione per Edvard Grieg. Collocandosi sulla scia di questa straordinaria iniziativa editoriale, questo disco ci conduce dalla Norvegia alla vicina Svezia, con Järvi alla testa della Gothenburg Symphony Orchestra in una fascinosa antologia di opere orchestrali di Kurt Atterberg. Oltre a essere uno dei più grandi compositori svedesi del XX secolo, Atterberg svolse anche le professioni di direttore d’orchestra, critico musicale e fu tra i fondatori della Società dei Compositori Svedesi. Dopo aver studiato soprattutto da autodidatta, Atterberg sviluppò uno stile molto personale che in un primo tempo prese come modello le opere di Brahms e di Alfvén, ma fin dall’inizio preferì tratteggiare immagini evocative per mezzo di impasti sonori di volta in volta brillanti e trasognati piuttosto che cercare di aderire alle strutture imposte dalla tradizione classica. Pervasa da incantevoli melodie, facilmente comprensibile sotto l’aspetto dei contenuti e legata alla tradizione popolare svedese, la produzione di Atterberg si avvicinò molto all’estetica impressionista durante la prima guerra mondiale, epoca in cui videro la luce la maggior parte delle opere presentate in questo disco. Pubblicata nel 1918, la Quarta Sinfonia fu composta da Atterberg nell’ambito di una amichevole competizione con Natanael Berg. Per questa piccola sfida, i due compositori si accordarono di scrivere un’opera di durata non superiore ai 20 minuti, che prevedesse un assolo «in splendido isolamento» del basso tuba. L’opera scritta da Atterberg è intrisa di un’arguta vena umoristica e presenta un linguaggio semplice e molto coinvolgente, nel quale trova ampio spazio il patrimonio musicale svedese. Lo stesso anno Atterberg ricevette una commissione per scrivere musiche di scena per il lavoro teatrale Soeur Béatrice di Maurice Maeterlinck, tenendo presente che in occasione della prima rappresentazione avrebbe potuto contare solo su tre musicisti, per la precisione un violinista, un violista e un suonatore di harmonium. Qualche anno più tardi, Atterberg decise di rielaborare per orchestra d’archi la parte dell’harmonium di alcuni brani di queste musiche di scena, mantenendo sostanzialmente inalterata le linee del violino e della viola. In questo modo nacque la Suite n. 3, un’opera pervasa da una meravigliosa bellezza e da una spiccata passionalità, che figura oggi tra le opere più famose di Atterberg. Per molti anni l’unica opera di Atterberg che ebbe l’onore di essere eseguita anche al di fuori della Svezia fu la Sesta Sinfonia, che nel 1928 venne premiata dalla Columbia Gramophone Company, che aveva chiesto ai maggiori compositori dell’epoca di scrivere un’opera secondo lo stile Schubert, di cui quell’anno si celebrava il primo centenario della scomparsa. La En värmlandsrapsodi venne scritta nel 1933 per celebrare il settantacinquesimo compleanno della scrittrice Selma Lagerlöf, che nel 1909 si era aggiudicata il Premio Nobel per la Letteratura, e fu eseguita per la prima volta nel corso di un concerto trasmesso in diretta dalla Radio Svedese. Dopo aver ascoltato questo lavoro, la Lagerlöf scrisse ad Atterberg: «Ho provato una indicibile commozione quando ho ascoltato la sua magnifica rapsodia trasmessa alla radio. L’ho ascoltata con grande gioia ed eccitazione e sono rimasta felice dal notare la presenza di alcune melodie del Värmland. Le auguro con tutto il cuore che la sua opera possa vivere immortale nel cuore della nostra gente».

Tracklist

Kurt Atterberg (1887-1974)
En värmlandsrapsodi
Sinfonia n. 6 Dollar Symphony
Sinfonia n. 4 Sinfonia piccola
Suite n. 3

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward