GERSHWIN: Marni Nixon canta Gershwin

Esecutore: Marni Nixon, voce; Lincon Mayorga, piano

Autore: Gershwin

Numero dischi: 1

Barcode: 0030911101923

CD
Jazz
1995
RR19CD
1995-01-01
15,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo
Rimasto a lungo fuori catalogo, la Reference ha di nuovo pubblicato questo titolo che offre una splendida silloge delle grandi canzoni di Gershwin.

Da bambina, Marni Nixon si alzava e cantava nella sua culla a notte fonda. A 11 anni si è esibita in cori professionali a Los Angeles e, imparando ad avere un'intonazione perfetta, ha intrapreso la carriera di cantante.
Alla fine degli anni '40, ha lavorato alla MGM, ma non sempre davanti alla telecamera. I produttori scoprirono il suo particolare talento per il doppiaggio, con una voce che si abbinava perfettamente a quella di una star in difficoltà: una nota, una frase, un'intera canzone. Per la bambina prodigio Margaret O'Brien in The Secret Garden, Nixon ha "ghosted" una ninnananna indù.
Un incarico importante arrivò quando la 20th Century Fox la assunse per fondere la sua voce con quella di Deborah Kerr, quando quest'ultima cantò in The King and I. In cabine di registrazione separate, Kerr e Nixon si sono presi cura l'una dell'altra per occuparsi delle sezioni che ciascuno poteva gestire. Seguirono incarichi per coprire una lontana Natalie Wood in 'West Side Story' e una bella Audrey Hepburn in 'My Fair Lady'.

La Fox avvertì Nixon che non avrebbe mai più lavorato a Hollywood se si fosse sparsa la voce del suo "ghosting", ma in qualche modo lo fece: l'Hollywood Reporter si accorse che aveva persino fornito la voce di Mister Ed. Il film 'The Sound of Music' (in italiano uscì con il titolo 'Tutti insieme appassionatamente'), finalmente, offrì alla Nixon un ruolo sullo schermo come suora cantante, e la sua carriera, che aveva già incluso ruoli importanti nel teatro musicale e nell'opera, prese slancio. Ha collaborato con Liberace e Victor Borge in commedie musicali comiche.

Ha portato la compagnia del revival newyorkese del 2001 di Follies a piangere cantando "One More Kiss". Apparentemente ottimista e instancabile dopo una lunga e piena carriera - e un recente trionfo sul cancro - avrebbe potuto cantare l'inno di sopravvivenza dello show, "I'm Still Here".

Spiritoso, illuminante e divertente, soprattutto per gli appassionati di teatro musicale.

Tracklist

1. Let's Call The Whole Thing Off

2. I've Got A Crush On You

3. But Not For Me

4. The Real American Folk Song

5. Blah, Blah, Blah

6. Blue, Blue, Blue

7. The Babbitt And The Bromide

8. Nice Work If You Can Get It

9. Someone To Watch Over Me

10. Summertime

11. By Strauss

12. Embraceable You

13. I Got Rhythm

14. Soon/Maybe/Looking For A Boy

15. Of Thee I Sing

16. The Man I Love

16 altri prodotti nella stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

arrow_upward