WARREN ZEVON: Stand in The Fire

Esecutore: Warren Zevon

Autore: Warren Zevon

Numero dischi: 1

Barcode: 4260019715944

Speakers Corner
LP
Pop/Rock
2019
SC-E519
2019-12-01
32,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Prima che la sorte iniziasse davvero a sorridergli, Warren Zevon dovette fare una lunga gavetta come cantautore negli ambienti rock della metà degli anni Sessanta, pubblicare alcuni singoli e ottenere un solenne fiasco con il suo album d’esordio pubblicato nel 1969. Circa dieci anni più tardi, il suo album live – realizzato mettendo insieme i brani registrati durante i cinque giorni del suo ingaggio al Roxy Theater di West Hollywood – entrò negli annali della storia del disco come uno dei migliori album live apparsi fino a quel momento, al punto da ottenere una valutazione di ben quattro stelle dagli esigentissimi critici della rivista Rolling Stone. Battezzato con un titolo piuttosto ambiguo dal colto Zevon, che fino ad allora aveva dovuto fare i conti con il lato meno gradevole del difficile show business della sua epoca, Stand in the Fire propone dal primo all’ultimo brano in programma un rock duro e puro, che il pubblico dimostrò di apprezzare molto. Piena di entusiasmo e di una incontenibile euforia, la band esegue le strofe più significative e pungenti con un’energia al calor bianco (“Jeannie Needs a Shooter”) e alimenta l’inferno emotivo con un rock di incontenibile vitalità (“Excitable Boy”). Zevon mette poi in mostra tutto il suo talento di cantante e di cantautore in “Mohammed’s Radio”, un brano in forma di ballata, che esprime però un grande vigore. In diretto confronto con questo brano si pone “Werewolves of London”, un brano diretto e senza fronzoli, dalla costruzione armonica molto stretta. Il modo in cui Zevon riesce a fare arrivare al pubblico la sua voce e i suoi testi delicati trova piena espressione prima nell’energico mix honky-tonk (“I’ll Sleep When I’m Dead”) e poi nel fragoroso brano che chiude l’album, “Bo Didley’s a Gunslinger”, con il suo ritornello percussivo e ritmicamente molto complesso. Questa straordinaria riproposizione della Speakers Corner è stata realizzata con tecnologia rigorosamente analogica, utilizzando i nastri analogici originali e un procedimento di rimasterizzazione del tutto analogico, dal master alla testina di incisione. Per finire, va sottolineato il fatto che l’etichetta tedesca ha provveduto a pagare tutte le royalty e tutti i diritti d’autore, un fatto per nulla scontato al giorno d’oggi.

Registrazione dal vivo effettuata nell’agosto del 1980 presso il Roxy Theatre di West Hollywood, California, dagli ingegneri del suono Billy Youdelman e Greg Ladanyi e dai producer Greg Ladanyi e Warren Zevon.

Tracklist

Stand In The Fire
Jeannie Needs A Shooter
Excitable Boy
Mohammed's Radio
Werewolves Of London
Lawyers, Guns And Money
The Sin
Poor Poor Pitiful Me
I'll Sleep When I'm Dead
Bo Diddley's A Gunslinger / Bo Diddley

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward