Martin F.: Ein Totendanz Zu Basel.....

Esecutore: ARMAB Orchestra, Blomhert

Autore: Martin f.

Numero dischi: 1

Barcode: 0761203799725

Cpo
CD
2016
CPO777997
2016-08-01
18,59 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Frank Martin è stato uno dei compositori più importanti che la Svizzera abbia mai avuto e con Arthur Honegger è senza dubbio l’esponente più rappresentativo del panorama musicale elvetico di lingua francese della prima metà del XX secolo. Grazie alla grande rivalutazione verificatasi nel corso degli ultimi anni, oggi Martin è addirittura considerato una delle figure più emblematiche del XX secolo nell’ambito delle opere vocali di ampio respiro. Verso la metà del XIV secolo alcuni scrittori per la maggior parte anonimi cominciarono a scrivere testi in prosa e in poesia incentrati sul tema della danza della morte. A partire da questo periodo questo soggetto venne reso graficamente da parecchi pittori e incisori come Hans Holbein e Albrecht Dürer. La rappresentazione pittorica più famosa di queste danze macabre è con ogni probabilità quella che si può ammirare ancora oggi a Basilea. Questo ciclo pittorico comprendeva 37 affreschi che vennero dipinti sui muri del cimitero del locale monastero domenicano verso la metà del XV secolo, di cui purtroppo ce ne sono pervenuti solo 19, in forma per giunta molto frammentaria. Nel 1943 la coreografa Mariette von Meyenburg chiese a suo zio Frank Martin di comporle la musica per una nuova opera teatrale basata su una figura della Morte tradizionale, empatica e comprensiva, che si poneva in netto contrasto con l’immagine orribile e spaventosa dell’Oscura Mietitrice che proprio in quegli anni stava raccogliendo le vite di milioni di persone sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale. Da questa richiesta Martin trasse un lavoro per un ballerino professionista che avrebbe impersonato la Morte e una decina di mimi. L’azione è divisa in otto scene, nelle quali la Morte fa visita ad altrettante persone giunte al termine della loro esistenza. Il ruolo di questi sventurati fu ricoperto dai ragazzi del coro di voci bianche, che vennero accompagnati da una formazione strumentale di piccole dimensioni. Per eseguire le Danze della Morte – che Martin definì “musique profane” – il compositore svizzero utilizzò un nutrito ensemble jazz. Quest’opera fu eseguita a Basilea solo due volte, nel 1943 e nel 1992, ottenendo in entrambi i casi un grande successo. La partitura dell’opera non venne mai pubblicata. La vedova del compositore Marie Martin chiese che sulla base della Danza della Morte a Basilea del 1943 venisse realizzata una suite da concerto, in modo da evitare che l’opera cadesse nell’oblio. Purtroppo, questa decisione non riuscì a impedire che la versione integrale dell’opera – un vero capolavoro – finisse nel dimenticatoio. Per questo motivo, non si può che salutare con grande entusiasmo la decisione della CPO di pubblicare questa splendida edizione discografica integrale dell’opera originale. 

Tracklist

Frank Martin (1890-1974)
Ein Totentanz zu Basel im Jahre 1944

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward