SCRIABIN: Sinfonie NN. 3 & 4

Esecutore: London Symphony Orchestra, Gergiev

Autore: Scriabin

Numero dischi: 1

Barcode: 0822231177128

Lso Live
SACD Ibrido
2015
LSO0771
2015-11-01
17,50 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

In questo nuovo disco Valery Gergiev dirige la London Symphony Orchestra in una illuminante interpretazione della Terza Sinfonia “Il poema divino” e della Quarta Sinfonia “Il poema dell’estasi” di Aleksandr Scriabin. Questo disco costituisce il primo volume di una integrale delle sinfonie del grande compositore russo che promette meraviglie e uno dei progetti più ambiziosi varati da Gergiev con la London Symphony Orchestra nell’ultima fase del suo incarico di direttore principale della celebre formazione inglese. Gli appassionati di musica classica dai gusti più eclettici non potranno che accogliere con grande entusiasmo questo disco, che offre la possibilità di andare alla scoperta dell’opera orchestrale di un compositore estremamente peculiare. Scriabin scrisse la TerzaSinfonia poco dopo avere elaborato una filosofia di vita che esaltava l’ego individuale e i sensi. Con questo lavoro – che alcuni musicologi hanno definito un poema sinfonico in tre movimenti – Scriabin tentò di dare espressione all’evoluzione dello spirito umano. In seguito Scriabin affermò che il Finale della Terza Sinfonia aveva segnato un importante punto di svolta nella sua evoluzione di compositore e scrisse testualmente: «questa fu la prima volta che riuscii a percepire la luce nella musica […] la prima volta in cui vissi il pieno coinvolgimento emozionale, lo slancio e l’entusiasmo della vera felicità». Nel 1906 Scriabin fece pubblicare una poesia nella quale esponeva il “programma filosofico” di una nuova opera, che sarebbe diventata la sua Quarta Sinfonia. Il titolo di quest’opera si riferisce a un’estasi artistica, che viene espressa in termini musicali con una ricchissima tavolozza orchestrale e una meravigliosa fluidità armonica, che culminano nel Finale con la tonalità rivelatoria di do maggiore. In questo periodo Scriabin era influenzato dalla sinestesia e associava i colori ai diversi gradi della sua scala armonica atonale, mentre il codice timbrico del suo circolo delle quinte era improntato ai principi della teosofia. A proposito di Scriabin, Gergiev ha dichiarato in una recente intervista: «Scriabin va considerato a tutti gli effetti uno dei più grandi compositori che la Russia ha mai avuto […] Si tratta di un autore estremamente originale, che seppe creare un suo microcosmo sonoro. Scriabin seppe esprimere con la sua musica tutta la sua complessa personalità e la sua capacità di rendere i colori più disparati era leggendaria. Oggi Scriabin dovrebbe essere considerato come un artista che seppe creare magici universi sonori, un fatto di cui dobbiamo essergli molto grati. Non possiamo che restare stregati da queste opere e dall’aura sovrumana di questo compositore». 

Tracklist

Aleksandr Scriabin (1872-1915)
Sinfonia n. 3 in do minore op. 43 Il poema divino
Sinfonia n. 4 op. 54 Il poema dellestasi

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward