Ida Haendel Suona Sibelius E Elgar

Esecutore: City of Birminghan Orchestra, S.Rattle

Autore: N/A

Numero dischi: 1

Barcode: 0749677144425

Testament
CD
2009
TES1444
2009-09-01
18,59 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo
Il 7 settembre del 1993 Ida Haendel e la City of Birmingham Symphony Orchestra diretta da Simon Rattle eseguirono davanti alla folla festante dei Proms londinesi il celebre Concerto per violino e orchestra di Jean Sibelius, un evento che non passò inosservato nelle pagine musicali della stampa britannica. Edward Seckerson scrisse sullIndependent: «Il concerto di martedì sera si è aperto con un eccitante senso di continuità con il passato. Lo stretto legame che unisce Ida Haendel al concerto di Sibelius sembra compendiare oltre cinquantanni di esecuzioni di questopera ai Proms. Con il suo magico archetto la Haendel riesce ancora a esprimere il fuoco e il ghiaccio di questo concerto, la melodia continua a covare sotto la cenere in maniera provocatoria, mentre il tempo e lo spazio rimangono fedelmente dalla sua parte». Nel Guardian Adrian Clement sottolineò che «Il concerto di martedì è iniziato con il Prélude à laprès-midi dun faune di Debussy, che Rattle ha diretto in una maniera tale da far sorgere in molti il sospetto di voler evocare alcuni tratti tipici del Simbolismo allo scopo di creare il massimo contrasto possibile con il robusto buon senso (che potremmo definire genuinamente beethoveniano) dimostrato da Ida Haendel nellesecuzione del Concerto per violino e orchestra di Jean Sibelius». Nel Times Barry Millington scrisse che la Haendel aveva fatto «un graditissimo ritorno ai Proms londinesi dopo una breve assenza nel concerto che è più legato al suo nome, quello di Sibelius. Dopo aver eseguito questopera per quasi mezzo secolo, la Haendel può affermare senza tema di smentita di avere lapprovazione del compositore [] nonostante questa lunghissima consuetudine della Haendel con questo concerto, non si può che rimanere ammirati di fronte al fervore interpretativo e alla assoluta padronanza tecnica dimostrati dalla Haendel». Nel Financial Times Richard Freeman si concentrò soprattutto sulla prestazione dellorchestra e sullo strettissimo legame che negli anni Novanta la unì a Rattle: «Il grande calore con cui è stata accolta la City of Birmingham Symphony Orchestra ha sancito in maniera inequivocabile il suo altissimo livello. Se le orchestre austriache e tedesche dio maggiore prestigio pretendono di suonare determinate opere in virtù delle tradizioni secolari che hanno consentito loro di diventare tra le interpreti più autorevoli del mondo, le orchestre inglesi non richiedono alcuna esclusiva. Sebbene possa sembrare una contraddizione in termini, queste orchestre hanno il loro punto di forza in una straordinaria ecletticità, che consente loro di eseguire senza problemi la musica di ogni periodo e di ogni nazione» (dalle note di copertina di Mike Ashman).
Registrazioni effettuate il 7 settembre del 1993 presso la Royal Albert Hall di Londra (Sibelius) e il 22 febbraio del 1984 presso la Royal Festival Hall di Londra (Elgar).

Tracklist

Jean Sibelius (1865-1957)

Concerto in re minore per violino e orchestra op. 47

Edward Elgar (1857-1934)

Concerto in si minore per violino e orchestra op. 61

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward