Mahler: Sinfonia N.10 (3 Cd)

Esecutore: Philharmonia Orchestra, B.Goldschmidt

Autore: Mahler

Numero dischi: 2

Barcode: 0749677145729

Testament
CD
2011
TES1457
2011-02-01
37,18 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Mentre era impegnato a scrivere le note di sala per le celebrazioni per il centenario della nascita di Mahler organizzate nel 1960 dalla BBC, Deryck Cooke si rese conto che avrebbe dovuto fare qualcosa di più di una semplice descrizione della Decima Sinfonia, rimasta incompiuta a causa della morte dell’autore. La maggior parte degli schizzi di Mahler era già stata pubblicata in facsimile nel 1924 e – trascrivendo quello che lui stesso aveva definito «un manoscritto quanto mai caotico» – Cooke si rese conto con somma meraviglia che lo studio dettagliato degli abbozzi di Mahler rivelava una sinfonia assai meno incompleta e frammentaria di quanto si era creduto fino a quel momento. Naturalmente il primo e il terzo movimento – quelli lasciati da Mahler nella forma più completa – erano già stati pubblicati ed eseguiti più volte. Esaminando gli altri tre tempi Cooke scoprì che erano parte di un lavoro musicale compiuto e perfettamente coerente, al quale non mancava nemmeno una battuta. Certo, il manoscritto era stato vergato frettolosamente e con ogni probabilità l’autore lo avrebbe sottoposto a una profonda revisione, tuttavia la sconfinata energia di quest’opera incompiuta e il grande significato che rivestiva all’interno del canone sinfonico mahleriano erano tali che Cooke stabilì che la Decima doveva assolutamente essere fatta ascoltare al grande pubblico nella sua integralità. I vertici della BBC accettarono di includere la Decima nel ciclo integrale delle sinfonie, sotto forma – come venne concordato in un primo tempo – di una dettagliata presentazione. Il 19 dicembre del 1960 vennero eseguite quasi tutte le sinfonie di Mahler – nella maggior parte dei casi nell’orchestrazione di Cooke – dalla Philharmonia Orchestra diretta da Berthold Goldschmidt, che aveva collaborato con Cooke alla preparazione dell’edizione della Decima. Solo nel secondo e nel quarto movimento furono omessi alcuni passaggi a causa dell’insufficienza delle annotazioni contenute nel manoscritto, per un totale di non più di cinque minuti di musica. L’esecuzione venne preceduta da una conferenza di Cooke, comprendente anche alcuni esempi musicali suonati al pianoforte con i quali lo studioso inglese rese conto dei principi su cui aveva basato il suo lavoro di completamento, e a ogni movimento venne premessa una presentazione dei principali elementi stilistici. Le recensioni dei critici furono molto positive, soprattutto nei confronti del Finale, che venne eseguito nella sua integralità. Purtroppo, la vedova di Mahler Alma, che in quel periodo viveva a New York e aveva dato il suo benestare al progetto di una conferenza di presentazione dell’ultimo capolavoro di suo marito, venne persuasa – a quanto pare da Bruno Walter e senza aver ascoltato nemmeno una nota della versione elaborata da Cooke – a proibire qualsiasi altra esecuzione. Cooke – che nel frattempo – aveva già iniziato a lavorare sulle lacune che era stato costretto a lasciare dall’urgenza imposta dal concerto – rimase sconcertato, ma decise di portare avanti il suo lavoro. Come Cooke scrisse più tardi nell’introduzione dell’edizione pubblicata «A quel punto su questa partitura avrebbe potuto calare il silenzio per sempre» se dopo molte insistenze il direttore tedesco Harold Byrns non avesse persuaso Alma ad ascoltare la registrazione. Ascoltando questa versione della Decima Alma rimase così commossa da chiedere di riascoltarla subito una seconda volta e nel maggio del 1963 scrisse a Cooke per dargli «il permesso di eseguirla in ogni parte del mondo». Alma morì nel dicembre del 1964, ma prima della sua scomparsa il genero di Schönberg Felix Greissle e il biografo di Mahler Henry-Louis de La Grange ebbero il permesso di esaminare le carte rimaste in suo possesso, scoprendovi oltre 40 pagine di appunti della Decima che non erano stati pubblicati nel 1924. Cooke riuscì a incorporare parte del materiale contenuto in questi fogli per la prima esecuzione integrale della Decima, che ebbe luogo il 13 agosto del 1964 ai Proms di Londra, con Berthold Goldschmidt alla testa della London Symphony Orchestra. Pochi mesi più tardi si tenne la première americana con la Philadelphia Orchestra diretta da Eugene Ormandy, che la registrarono nel novembre del 1965 (dalle note di copertina di Colin Matthews, 2011) 

Tracklist

Presentazione della Sinfonia n. 10 di Mahler a cura di Deryck Cooke (BBC, 19 dicembre 1960)
Gustav Mahler (1860-1911)
Sinfonia n. 10 in fa diesis maggiore (registrazione in studio della prima versione incompiuta di Deryck Cooke trasmessa dal Terzo Canale della BBC il 19 dicembre del 1960
Sinfonia n. 10 in fa diesis maggiore (Prima esecuzione delle versione esecutiva completa del manoscritto di Mahler)

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward