Monteux Dirige Wagner

Esecutore: B.Nilsson,sop.; Concertgebouw Orchestra

Autore: N/A

Numero dischi: 2

Barcode: 0749677150723

Testament
CD
2016
TES1507
2016-05-01
27,88 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

All’inizio degli anni Sessanta Pierre Monteux poteva contare su una assoluta libertà nella scelta del repertorio. Nel 1963 – anno del centocinquantesimo anniversario della nascita di Richard Wagner – questa assoluta discrezionalità gli permise di convincere senza problemi i vertici dell’Holland Festival a mettere in programma un concerto interamente dedicato al grande compositore tedesco. Quell’estate Monteux era in una forma invidiabile. Il 31 maggio aveva diretto la London Symphony Orchestra in un concerto di opere di Ciaikovsky che aveva portato all’entusiasmo il pubblico per nulla accomodante del Festival di Vienna. A proposito di questo concerto, qualche tempo dopo Jonathan Swain scrisse: «Fu uno di quei concerti in cui ci si rende immediatamente conto che tutti – musicisti e direttore – sono pronti ad andare oltre le proprie possibilità, una di quelle rarissime occasioni in cui ogni minimo contrattempo che può mettere a rischio un perfetto suono d’insieme svanisce si materializza quasi per magia un perfetto equilibrio tra un rigoroso rispetto della partitura e una brillante libertà ai limiti dell’improvvisazione». Questo giudizio lusinghiero può essere esteso anche ai concerti wagneriani che Monteux diresse un mese più tardi all’Holland Festival. Monteux si riservò anche il diritto di scegliere i solisti. Dopo avere sentito parlare a lungo di Birgit Nilsson, Monteux decise di chiamare lei. Oggi nessuno può dire con certezza se la sua scelta sia stata influenzata dalle magistrali interpretazioni del ruolo di Isotta che il soprano norvegese aveva realizzato in precedenza. Monteux aveva collaborato qualche tempo prima con Lotte Lehmann e con il grande soprano francese Germaine Lubin, due cantanti dotate di un timbro caldo che la Nilsson non riuscì mai a eguagliare. Nonostante questo, la Nilsson seppe sempre portare all’entusiasmo il pubblico dei teatri ogni volta che le capitò di vestire i panni di Isotta. Lo stesso risultato lo ottenne anche in questo concerto dell’Holland Festival con la grande scena dell’Immolazione dal Crepuscolo degli dèi. Alcuni critici molto autorevoli si sono spinti al punto da definire questa versione addirittura superiore alla registrazione in studio effettuata a Vienna sotto la bacchetta di Sir Georg Solti. La registrazione radiofonica contribuisce a portare la voce più in primo piano di quanto non faccia la – fin troppo – elaborata incisione in studio, permettendo di apprezzare in tutta la sua bellezza il magnifico fraseggio della Nilsson. Un altro aspetto molto interessante è costituito dal fatto che – per quanto Monteux stacchi tempi sensibilmente più veloci di quelli di Solti – l’impeto ritmico del direttore francese sembra creare più spazio alla cantante. Quando era studente, Monteux cercava di aumentare le proprie magre entrate suonando di tanto in tanto tra le fila dell’orchestra della Folies Bergère. In seguito Monteux confessò a George Gershwin: «Fu lì che si sviluppò il mio istinto ritmico». Ci è pervenuta anche un’altra testimonianza relativa a quegli anni. All’età di 18 anni a Monteux venne chiesto di prendere il posto di Lucien Capet nel Quartetto Geloso. Durante un soggiorno a Vienna, il quartetto venne invitato a esibirsi di fronte a Johannes Brahms. Dopo avere ascoltato con attenzione la loro esecuzione, il grande compositore amburghese disse: «Ci sono voluti dei francesi per capire davvero la mia musica. I tedeschi la suonano di solito con troppa pesantezza». Questo fu un sublime complimento per Monteux, che per le opere di Brahms provava un amore non meno appassionato di quello che nutriva per il mai dimenticato Wagner (dalle note di copertina di Richard Osborne).

Tracklist

Richard Wagner (1813-1883)
Ouverture dal Tannhäuser
Idillio di Sigfrido
Preludio e Liebestod (Tristano e Isotta)
Viaggio di Sigfrido sul Reno e Marcia funebre (Il crepuscolo degli dèi)
Starke Scheite schichtet mir dort (Scena dellimmolazione di Brunilde; Il crepuscolo degli dèi)

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward