Aa.vv.:rare Opere Francesi Per Orchestra

Esecutore: Graffin,vl; Ulster Orchestra, T.Fischer

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0034571153964

Hyperion
CD
2011
CDH55396
2011-03-01
10,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

La Hyperion ripropone nella collana mid-price Helios un disco che in occasione della prima uscita ottenne un successo strepitoso, grazie alla presenza di una serie di opere tanto poco note quanto straordinariamente belle. Il Concerto in un solo movimento di Gabriel Fauré è l’unico tempo sopravvissuto di un concerto per violino e orchestra in tre movimenti, mentre il Morceau de concert di Camille Saint-Saëns era stato concepito in origine come il primo tempo del Concerto n. 3 per violino e orchestra. Caratterizzata da un movimento lento di straordinaria intensità, la Fantaisie norvégienne di Édouard Lalo ispirò a Max Bruch la Fantasia scozzese e Guitarre è una miniatura giovanile per violino e orchestra che Lalo – violinista di grande talento – scrisse pensando a se stesso e che in seguito venne orchestrata da Gabriel Pierné. Docente di composizione sia di Debussy sia di Dukas, Ernest Guiraud scrisse il delizioso Caprice per Pablo de Sarasate e il Poème di Joseph Canteloube rivela molto del fascino presente negli splendidi Chants d’Auvergne, l’opera a cui è legata gran parte della sua fama postuma. Un interessantissimo programma di opere poco note per violino e orchestra di autori poco noti del Tardo Romanticismo francese, la stupefacente interpretazione di Philippe Graffin, considerato da molti uno dei migliori violinisti in circolazione, e il superbo accompagnamento della Ulster Orchestra diretta da Thierry Fischer contribuiscono a rendere questo disco un must imperdibile per tutti gli appassionati di violino. «Philippe Graffin è l’interprete ideale per eseguire queste deliziose pietre miliari del repertorio tardo romantico francese […] Sfoggiando un suono di straordinaria purezza, basato su un’incredibile varietà di legato, colpi d’arco e vibrato […] Graffin si accosta [all’opera di Fauré] dando il giusto peso a ogni singola nota e dimostrandosi un appassionato paladino del grande compositore francese. Graffin e i suoi partner – Thierry Fischer e la Ulster Orchestra – sfoggiano per tutta la durata del disco un’ispirazione apprezzabile sotto tutti gli aspetti e (dove necessario) un accompagnamento testo e ricco di pathos, offrendoci un altro disco di altissimo livello […] Nel complesso si tratta di interpretazioni davvero superbe e con una qualità sonora fedele e molto coinvolgente» (International Record Review) «Attraente, gradevole e deliziosamente démodé, questo programma di rarità violinistiche può essere considerato l’equivalente musicale di una cena di sei portate scelte dal celebre ricettario della cucina francese di Elizabeth David [...] Un’interpretazione davvero irreprensibile» (Independent on Sunday) «Philippe Graffin è uno dei violinisti più sensibili e raffinati in circolazione e uno dei più appassionati paladini del repertorio francese meno noto [...] L’approccio riflessivo di Graffin esalta al massimo grado la neghittosa bellezza della prima versione del concerto per violino e orchestra scritto in gioventù da Gabriel Fauré» (Classic FM Magazine) «Grazie alla brillantissima interpretazione di Philippe Graffin e al meraviglioso accompagnamento della Ulster Orchestra guidata dal suo nuovo direttore principale Thierry Fischer, questa antologia di rarità violinistiche del XIX secolo rappresenta una graditissima addizione al catalogo della Hyperion» (Music Week) «L’interpretazione intelligente e ricca di carattere di Graffin è semplicemente spettacolare [...] Nel caso di questo disco, l’utilizzo del termine “raro” è giustificato in almeno due sensi: questo aggettivo è infatti più che meritato per l’altissimo livello dell’interpretazione [...] che mette in grande evidenza la straordinaria ricchezza delle partiture e il loro tono meravigliosamente violinistico [...] e per l’inarrivabile mix di iniziativa, originalità e musicalità che caratterizza questo disco» (Gramophone) «Tutto è delizioso in questo disco, uno scrigno di civiltà gallica e di tecnica raffinata […] Un disco davvero sontuoso […] Philippe Graffin è uno dei violinisti di maggiore talento dell'ultima generazione francese e il fatto che a quanto pare il programma sia stato scelto da lui stesso dimostra il suo buon gusto e la sua intelligenza musicale, oltre a mettere in luce il suo straordinario talento esecutivo» (BBC Music Magazine) «Uno dei dischi di musica francese più affascinanti che mi è capitato di recensire negli ultimi tempi […] I brani in programma sembrano essere stati scritti apposta per le morbide e sinuose sonorità del violino di Graffin, che ne esaltano la meravigliosa vena melodica e i funambolici passaggi virtuosistici. Nella apprezzabile Ulster Orchestra diretta da Thierry Fischer Graffin ha trovato un partner ideale e lo splendido lavoro dei tecnici del suono della Hyperion costituisce la classica ciliegina sulla torta» (The Yorkshire Post) GRAMOPHONE EDITOR’S CHOICE • RECOMMANDÉ PAR RÉPERTOIRE • RECOMMANDÉ PAR CLASSICA

Tracklist

Gabriel Fauré (1845-1924)
Concerto in re minore per violino e orchestra op. 14
Camille Saint-Saëns (1835-1921)
Morceau de concert per violino e orchestra op. 62
Édouard Lalo (1823-1892)
Fantaisie norvégienne per violino e orchestra
Guitarre op. 28 (arrangiamento per violino e orchestra di Gabriel Pierné)
Ernest Guiraud (1837-1892)
Caprice per violino e orchestra
Joseph Canteloube (1879-1957)
Poème per violino e orchestra

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward