Aa.vv.:opere Inglesi Cello E Piano - Vol.1

Esecutore: P.Watkins, cello; H.Watkins, piano

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115174128

Chandos
CD
2012
CHAN10741
2012-10-01
17,56 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

 

Tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo molti compositori inglesi scrissero opere per violoncello e pianoforte di straordinaria bellezza (primo tra tutte il Concerto di Edward Elgar), tuttavia solo pochi si dedicarono con regolarità a questo affascinante repertorio. Il programma di questo disco comprende quattro opere stilisticamente assai eterogenee scritte da altrettanti compositori molto diversi tra loro nell’interpretazione del violoncellista Paul Watkins, artista esclusivo della Chandos, accompagnato da suo fratello Huw Watkins. L’opera più conosciuta di questa antologia è senza dubbio la Sonata di Frederick Delius. Strutturata in un solo movimento dalla scrittura estremamente concisa, questa sonata si apre con una melodia che in un primo tempo appare energica e baldanzosa e in seguito più elegiaca e riflessiva. Il discorso musicale si dipana in quel flusso melodico apparentemente inesauribile che costituisce una delle caratteristiche più peculiari dello stile di Delius, per poi stemperarsi in un’atmosfera dai tratti deliziosamente sognanti e chiudersi con un Finale vigoroso e trionfante. Nei primi anni del XX secolo Sir Hubert Parry era considerato una delle personalità più influenti e in vista del panorama musicale inglese, rivestendo tra le altre cose gli incarichi di direttore del Royal College of Music e di consigliere di numerose istituzioni musicali di prima grandezza. La Sonata per violoncello e pianoforte presentata in questo disco è pervasa da una incontenibile vena romantica sostenuta da un rigoroso controllo formale e da uno sviluppo tematico estremamente organico, due caratteristiche del tutto plausibili in un compositore che nel corso della sua giovinezza aveva sognato – senza peraltro riuscirvi – di studiare con Brahms. Sebbene lo stile con cui viene tratta la melodia di quest’opera possa essere sicuramente definito brahmsiano, va comunque riconosciuto che Parry non volle imitare a tutti i costi lo stile del grande compositore amburghese e che sotto l’aspetto strutturale l’acceso lirismo di Parry non presenta particolari analogie con l’opera che avrebbe potuto costituire il suo modello naturale, vale a dire la Sonata in mi minore di Brahms. Per la sua opera Sir Granville Bantock si ispirò invece a lidi remoti ed esotici. Il titolo Hamabdil si riferisce infatti a un inno tradizionale eseguito dopo la benedizione pronunciata alla fine dello Shabbat ebraico. L’evocativa elaborazione di questa melodia tradizionale realizzata da Bantock presenta tratti austeri e ricchi di dignità e in seguito venne trasformata in un’entr’acte inserito nelle musiche di scena scritte per il lavoro teatrale Judith di Arnold Bennett, eseguito per la prima volta nel 1919 a Londra. Dei quattro compositori protagonisti di questo disco, l’unico a essere violoncellista di professione era John Foulds. La Sonata di Foulds è un’opera energica e di ampio respiro, caratterizzata da un’espressività prettamente romantica, da una vibrante emotività e da una struttura assai complessa che prevede passaggi spiccatamente virtuosistici per entrambi gli strumenti. In effetti, la Sonata di Foulds mette quasi sempre i due strumenti sullo stesso piano, con il pianista – e non il violoncellista – chiamato a eseguire più spesso i passaggi maggiormente impegnativi. 

 

Paul Watkins su Chandos:

 

FELIX MENDELSSOHN

opere per violoncello e pianoforte

Paul Watkins, violoncello

Huw Watkins, pianoforte

CHAN10701 (CD alto prezzo)

«[Un disco] eseguito magnificamente dai versatili fratelli Watkins» (The Sunday Times).

 

EDWARD ELGAR

concerto per violoncello e orchestra

Paul Watkins, violoncello

BBC Philharmonic Orchestra, Sir Andrew Davis, direttore

CHAN10709 (CD alto prezzo)

«Paul Watkins esprime in maniera molto efficace tutto il dolore, la nostalgia e la struggente bellezza di queste opere» (The Times).

 

FREDERICK DELIUS

opere orchestrali

Tasmin Little, violino; Paul Watkins, violoncello

BBC Symphony Orchestra, Sir Andrew Davis, direttore

CHANSA5094 (SACD alto prezzo)

«Il violoncellista Paul Watkins sfrutta ogni possibilità per conferire incisività e spessore drammatico alle opere di Frederick Delius presentate in questo disco» IRR OUTSTANDING (International Record Review) EDITOR’S CHOICE (Classic FM).

Tracklist

Sir Charles Hubert H. Parry (1848-1918)
Sonata in la maggiore per violoncello e pianoforte
John Foulds (1880-1939)
Sonata per violoncello e pianoforte op. 6
Frederick Delius (1862-1934)
Sonata per violoncello e pianoforte
Sir Granville Bantock (1868-1946)
Hamabdil per violoncello e pianoforte

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward