BARNEY WILEN QUINTET: s/t

Esecutore: Barney Wilen Quartet

Autore: Barney Wilen Quintet

Numero dischi: 1

Barcode: 3700409812347

Fuori catalogo dal: 01/01/2020

Speakers Corner
LP
Jazz
2014
SC-SAM1239
2014-02-01
40,00 €
Tasse incluse

  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Dopo aver ascoltato per la prima volta Barney Wilen nel corso di una jam session al Club Saint-Germain di Parigi, Miles Davis esclamò: «Barney è di gran lunga il tenorsassofonista migliore che mi sia capitato di ascoltare in Europa, un musicista in grado di suonare il suo strumento in maniera molto autentica, assai meglio di parecchi dei solisti oggi più acclamati negli Stati Uniti». La madre di Wilen era francese, mentre suo padre era un dentista americano diventato in seguito un inventore di un certo successo. Il piccolo Barney crebbe sulla Costa Azzurra; allo scoppio della seconda guerra mondiale la famiglia abbandonò il paese, per farvi però ritorno subito dopo la sua conclusione. Secondo quanto disse lo stesso Wilen, a convincerlo a diventare un musicista fu un amico di sua madre, il poeta Blaise Cendrars. Da ragazzo Wilen aprì un jazz club di Nizza, dove si esibì molto spesso. Verso la metà degli anni Cinquanta si trasferì a Parigi, dove ebbe la possibilità di collaborare al Club Saint-Germain con alcuni jazzisti americani di grande talento come Bud Powell, Benny Golson, Miles Davis e J.J. Johnson. La sua giovane fama ricevette una forte spinta nel 1957, quando collaborò con Davis alla realizzazione della colonna sonora del film Ascensore per il patibolo di Louis Malle. Due anni dopo Wilen si esibì con Art Blakey e Thelonious Monk alla colonna sonora del film Le relazioni pericolose di Roger Vadim. Con ogni probabilità, nel 1959 Wilen fu il primo musicista non americano a suonare al Festival di Newport. Nel 1957 il ventenne Wilen realizzò il suo primo album da solista, The Barney Wilen Quintet per l’etichetta americana Guilde du Jazz / Jazztone. Purtroppo, questo disco non venne distribuito diffusamente in Francia perché Wilen era ancora sotto contratto con la casa discografica francese Vogue. Questo album riflette la gioia e la tristezza con una profonda introspezione psicologica grazie alla sbrigliata fantasia musicale di Wilen, che in questo caso dimostra di saper incarnare nel modo migliore lo spirito più autentico dello swing. In questo rarissimo disco Wilen è accompagnato da Hubert Fol, grande solista di sax contralto che registrò due dischi con Django Reinhardt, il pianista di Amsterdam Nico Buninck, considerato all’epoca uno dei migliori pianisti olandesi, Lloyd Thompson, un giovane bassista di grande talento che poteva già contare al suo attivo una serie di importanti collaborazioni con artisti del calibro di Lester Young, Dizzy Gillespie e Kenny Clarke, e il batterista venticinquenne Al Levitt, che poco prima aveva compiuto una fortunata tournée negli Stati Uniti con Charles Mingus, Lennie Tristano, Stan Getz e Lee Konitz. «Gli appassionati di jazz non possono che essere molto grati al proprietario dell’etichetta francese Sam Records Fred Thomas, le cui accurate ristampe hanno riproposto al grande pubblico rarissimi dischi pubblicati dalle etichette europee nel corso degli anni Cinquanta, facendo scelte molto intelligenti, che hanno consentito di salvare le registrazioni di alcuni musicisti di prima grandezza, alcuni dei quali tuttora poco conosciuti» (The Audio Beat, 2013 Awards).

Tracklist

Moving Out
Brainstorm
Lloyds Brothers Tune
Crystal Ball
Spracklin
Up In Alsace
Dink
Blue Hubert
The Office
Papiermento
Snakes

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward