PHINEAS NEWBORN JR: Here is Phineas

Esecutore: P.Newborn, O.Pettiford,K.Clarke,battera

Autore: Phineas Newborn Jr

Numero dischi: 1

Barcode: 4260019715876

Speakers Corner
LP
Jazz
2019
SC-SD1235
2019-12-01
32,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Finalmente! Tre anni dopo il suo esordio come direttore di una band, Phineas Newborn trovò un coraggioso producer disposto a concedergli tempo nello studio di registrazione per incidere un LP. Questo pianista del Tennessee portò con sé suo fratello Calvin, di professione chitarrista, e un gruppo ritmico che comprendeva due pezzi da novanta come Oscar Pettiford e Kenny “Klook” Clark. Da quella seduta di registrazione ebbe origine un sensazionale album pianistico, ricco di fuoco e di energia. La raffinatezza con cui questi musicisti eseguono “Celia” fa quasi dimenticare la lezione di Bud Powell, il suo autore e insuperabile virtuoso di pianoforte. Il ritmo acceso e le pause potrebbero causarvi seri problemi alle caviglie, nel caso cercaste di battere il tempo con il piede. Lo stesso tempo molto vivace è presente anche in “Dahoud”, uno dei principali cavalli di battaglia del Clifford Brown Quintet. Ascoltando Kenny Clark, non si può fare a meno di restare colpiti dalla sua assoluta precisione e dai suoi accenti meravigliosamente swing. Oltre a questo capolavoro, Here Is Phineas comprende due piccole gemme come “The More I See You” e “Newport Blues”, quest’ultimo brano dedicato al leggendario festival jazz del Rhode Island, dove Phineas si esibiva molto spesso. Nel complesso, questo album è un vero gioiello, che grazie alla Speakers Corner torna di nuovo a far parlare di sé oltre 60 anni la sua prima uscita.

Questa straordinaria riproposizione della Speakers Corner è stata realizzata con tecnologia rigorosamente analogica, utilizzando i nastri analogici originali e un procedimento di rimasterizzazione del tutto analogico, dal master alla testina di incisione. Per finire, va sottolineato il fatto che l’etichetta tedesca ha provveduto a pagare tutte le royalty e tutti i diritti d’autore, un fatto per nulla scontato al giorno d’oggi.

Registrazione effettuata nel maggio del 1956 presso il Rudy Van Gelder Studio di Hackensack, New Jersey dall’ingegnere del suono Rudy van Gelder e dal producer Nesuhi Ertegun.

Tracklist

Lato A
1. Barbados
2. All The Things You Are
3. The More I See You
4. Celia

Lato B
1. Dahoud
2. Newport Blues
3. I'm Beginning To See The Light
4. Afternoon In Paris

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward