ELVIS COSTELLO: King of America

Esecutore: Elvis Costello

Autore: Elvis Costello

Numero dischi: 1

Barcode: 0821797136211

Fuori catalogo dal: 01/10/2018

LP
Pop/Rock
2014
MFSL1-362
2014-05-01
80,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

L’anno prima di pubblicare l’album King of America, Elvis Costello fece una lunga tournée solistica, che vide al suo fianco il producer, cantante e cantautore T-Bone Burnett. La decisione di realizzare insieme questo album del 1986 fu presa in maniera del tutto spontanea e i brani in programma appaiono esattamente come era logico attenderli, vale a dire intrisi di una intensa vena emozionale, in grado di andare diritti al cuore degli ascoltatori, basati su testi molto raffinati e solo in apparenza leggeri e aproblematici. Rimasterizzato a partire dai nastri originali e stampato presso la RTI, questo LP da 180 grammi della OMR ci permette di apprezzare l’acustica piacevolmente intima di questo album registrato in studio e la spettacolare immagine sonora realizzata da Burnett, che continua a rivelarsi aperta e molto brillante in tutti i registri. Registrato facendo ricorso a poche sovraincisioni ed effetti particolari, King of America presenta un approccio molto immediato e una perfetta resa della voce e degli strumenti, oltre a un’ampiezza e a un bilanciamento che non erano sempre presenti nei dischi registrati in precedenza con gli Attractions. In questo disco Costello è accompagnato da una band di altissimo livello, che comprende tra gli altri il batterista Ron Tutt, il chitarrista James Burton e il bassista Jerry Scheff – tutti e tre  membri della Band T.C.B. di Evis Presley – a costituire una formazione, con il batterista Earl Palmer (Little Richard), il bassista Ray Brown (Oscar Peterson e Duke Ellington), il pianista Tom Canning e l’organista Mitchell Froom pronti a fare la loro parte. Molti di questi strumentisti andarono a costituire anche un’altra band, con Jim Keltner, un batterista di grande talento che aveva già avuto modo di mettersi in grandissima evidenza al fianco di Bob Dylan, George Harrison e John Lennon. Da notare che in un brano fanno la loro comparsa anche gli Attractions. Un calibratissimo mix di chimica, virtuosismo, sound e melodie di straordinaria bellezza ha contribuito a decretare il successo di King of America. Senza curarsi minimamente del fatto che stava scrivendo un brano per la radio o sviluppando liberamente un tema che gli era entrato nelle orecchie, Costello compose la maggior parte dei brani di questo disco alla chitarra acustica o al pianoforte, adattando le sue radici rock e folk in modo da dare vita a quelle che continuano a essere considerate tra le canzoni più coinvolgenti, introspettive e profonde di tutta la sua carriera. Brani come “Indoor Fireworks”, “Poisoned Rose”, “Brilliant Mistake” e “Suite of Light” esprimono meglio di qualunque altro il modo in cui Costello vedeva l’età adulta, il romanticismo e il peregrinare nel mondo attraverso una lente che non nascondeva né la verità né le sue conseguenze.

Tracklist

Brilliant Mistake
Lovable
Our Little Angel
Don\'t Let Me Be Misunderstood
Glitter Gulch
Indoor Fireworks
Little Palaces
I\'ll Wear It Proudly
American Without Tears
Eisenhower Blues
Poisoned Rose
The Big Light
Jack of All Parades
Suit of Lights
Sleep of The Just

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward