OSCAR STRAUS: Opere orchestrali

Esecutore: Oliver Triendl, pianoforte Deutsche Radio Philharmonie Saarbrücken Kaiserslautern, Ernst Theis

Autore: Oscar Straus

Numero dischi: 1

Barcode: 0761203528028

Cpo
CD
2020
CPO555280
2020-06-01
18,50 €
Tasse incluse
Quantità
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Oscar Straus come compositore classica

Dal momento che Oscar Straus aveva iniziato la sua carriera musicale nei cabaret, per lui fu del tutto naturale scegliere lo stile della commedia per la sua prima operetta, Die lustigen Nibelungen (1904), una parodia sia del Nibelungenlied di Richard Wagner sia dello stile guglielmino. Sotto questo aspetto, Oscar Straus divenne più di qualunque altro compositore contemporaneo viennese l’erede di Jacques Offenbach, il vero creatore del genere dell’operetta, i cui ultimi successi influenzarono profondamente non solo Straus (nato nel 1870), ma anche parecchi altri autori di grande talento come Franz Lehár, Leo Fall ed Emmerich Kálmán. La Serenata per orchestra d’archi di Straus è concepita in un brillante stile ancora chiaramente legato al Classicismo viennese. In particolare, i suoi ultimi due movimenti, “Valzer” e “Alla marcia”, sono basati su una struttura molto elegante, che anticipa già le operette della sua piena maturità. Il romanticissimo Concerto in si minore per pianoforte e orchestra sfoggia invece uno stile compositivo del tutto diverso. Anche se i tre movimenti basati sui dettami della nuova scuola tedesca fiorita all’ombra di Franz Liszt sembrano formare un insieme omogeneo sotto il profilo stilistico, sono comunque chiaramente individuabili e si collocano nel solco della tradizione del concerto per pianoforte e orchestra classico-romantico, un genere al quale il suo maestro Max Bruch rimase fedele fino ai suoi ultimi anni. L’affermazione secondo la quale Oscar Straus sarebbe stato l’allievo preferito di Max Bruch trova conferma in questo romantico concerto per pianoforte e orchestra, anche se Straus si spinse molto oltre lo stile del suo maestro, come si può notare per esempio nelle elaborate architetture armoniche e nelle frequenti reminiscenze lisztiane, per le quali Bruch dimostrò sempre una profonda avversione, oltre che nella scelta di fare eseguire tutti i movimenti senza alcuno stacco tra l’uno e l’altro.

Oliver Triendl, pianoforte

Deutsche Radio Philharmonie Saarbrücken Kaiserslautern, Ernst Theis, direttore

Oscar Straus (1870-1954)

Concerto in si minore per pianoforte e orchestra

Reigen-Walzer; Serenata per orchestra d’archi op. 35

Tragant-Walzer su temi tratti dal balletto La principessa di Tragant

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward