Aa.vv.: Musica Ceca Per Archi

Esecutore: Janacek Chamber Orchestra

Autore: Aa.vv.

Numero dischi: 1

Barcode: 0095115167823

Chandos
CD
2011
CHAN10678
2011-07-01
17,56 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Questo disco propone una bella silloge di opere cameristiche di Leoš Janáček, Bohuslav Martinů e Pavel Haas, tre dei più grandi esponenti della tradizione musicale boema del XX secolo, nella splendida interpretazione della Janáček Chamber Orchestra, una formazione di altissimo livello che negli ultimi tempi ha fatto incetta di riconoscimenti per il suo straordinario approccio a queste opere. Janáček scrisse il suo Quartetto n. 1 in un periodo particolarmente fecondo verso la fine della sua vita, traendo ispirazione dalla Sonata a Kreutzer, una novella di Leon Tolstoi basata sulla storia di un matrimonio senza amore. I toni profondamente drammatici e la sincera emozionalità che traspaiono da quest’opera – insieme a una costruzione magistrale e a una sapiente strumentazione non priva di qualche spunto eccentrico – la collocano tra i più grandi quartetti per archi di tutti i tempi, un giudizio che rimane perfettamente valido anche per la versione per orchestra d’archi proposta in questo disco. Di Janáček viene presentata anche la bellissima Suite, una delle prime opere scritte dal compositore boemo per orchestra d’archi. Pavel Haas è considerato il più dotato tra i numerosi studenti di Janáček. A causa delle sue origini ebraiche, nel 1941 Haas fu deportato ad Auschwitz, dove morì tre anni più tardi. Lo Studio per orchestra d’archi venne portato a termine nell’estate del 1943, fu eseguito per la prima volta dalla formazione d’archi del campo di Auschwitz e ci è stata tramandata in parte grazie a un documentario di propaganda girato dai nazisti. Dopo Janáček, Martinů è considerato il più grande compositore ceco del XX secolo. Compositore estremamente prolifico, Martinů scrisse le sue opere sempre a gran velocità, una regola a cui non fa eccezione il bellissimo Sestetto per archi, che fu portato a termine in appena sette giorni nel maggio del 1932. Quest’opera è pervasa da una incontenibile energia, dal brillante movimento iniziale al vivacissimo Finale.

Tracklist

Leo Janáček (1854-1928)
Quartetto per archi n. 1 Sonata a Kreutzer (arrangiamento per orchestra darchi)
Suite per archi
Bohuslav Martinů (1890-1959)
Sestetto per archi H.224 (arrangiamento per orchestra darchi H.224a)
Pavel Haas (1899-1944)
Studio per orchestra darchi

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward