BILLIE HOLIDAY: Lady in Satin

Esecutore: Billie Holiday

Autore: Billie Holiday

Numero dischi: 2

Barcode: 0753088014475

LP
Jazz
2023
ASLP144/45
2023-02-01
79,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile
 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Doppio LP da 180 grammi a 45 giri

Rimasterizzazione effettuata da Bernie Grundman a partire dai nastri analogici originali

Stampa effettuata presso la Quality Record Pressings

Album inserito al 317° posto dei Dischi più grandi di tutti i tempi di Rolling Stone

Nel 1958 la Columbia Records pubblicò Lady in Satin sia in mono (CL1157) sia in stereo (CL8048). Si tratta di un disco della massima importanza, in quanto fu il penultimo album registrato dalla leggendaria cantante Billie Holiday e pubblicato prima della sua scomparsa – l’ultimo, dal titolo Billie Holiday, fu registrato nel marzo del 1959 e venne immesso sul marcato poco dopo la morte della sua assoluta protagonista.

A proposito di questa pietra miliare della discografia blues, il critico di AllMusic ha scritto: «I forti sentimenti e l’insostenibile tensione che la Holiday riesce a esprimere in quasi tutti i brani di questo disco contribuiscono a renderlo uno dei suoi più grandi capolavori. “You’ve Changed” e “I Get Along Without You Very Well” sono tra i più alti raggiungimenti artistici di una cantante che vide sempre la vita da una prospettiva quanto mai difficile».

Il programma di Lady in Satin proviene dalle fonti a cui la Holiday attinse regolarmente per i suoi circa trent’anni di carriera, ossia i grandi successi pop del Great American Songbook.

A differenza della maggior parte degli album che aveva registrato in precedenza, in Lady in Satin la Holiday torna a misurarsi con elaborati arrangiamenti orchestrali, come era avvenuto negli anni della Decca, ma questa volta nello stile più contemporaneo di Frank Sinatra e di Ella Fitzgerald nella serie Song Books. Va poi sottolineato il fatto, che il programma comprende esclusivamente brani che la Holiday non aveva mai registrato prima.

Il direttore Ray Ellis guida un’orchestra di ben 40 elementi, che comprende trombe, ottoni, clarinetti, sassofoni, archi e persino un coro a tre voci. Questo mastodontico organico contribuì a rendere Lady in Satin la produzione discografica di gran lunga più costosa mai realizzata dalla Holiday. Tra gli strumentisti più famosi impegnati in questo disco spiccano i nomi di Mel Davis, Urbie Green e del pioniere del trombone bebop J.J. Johnson.

Grazie a questa nuova uscita della Analogue Productions, rimasterizzata a partire dai nastri analogici originali dal mitico Bernie Grundman e stampata presso la Quality Record Pressings, gli appassionati di blues e non solo potranno apprezzare l’eccellente qualità sonora di questo album storico con una immagine sonora addirittura più ricca e dettagliata. La silenziosissima superficie di questi due vinili riduce infatti le distorsioni e le perdite nelle alte frequenza, mentre i solchi più ampi e profondi permettono alla testina del vostro giradischi di leggere le informazioni sonore in maniera di gran lunga più accurata.

L’album originale fu prodotto da Irving Townsend con la partecipazione dell’ingegnere del suono Fred Plant.

Billie Holiday, Ray Ellis and His Orchestra

I’m a Fool to Want You

For Heaven’s Sake

You Don’t Know What Love Is

I Get Along Without You Very Well

For All We Know

Violets for Your Furs

You’ve Changed

It’s Easy to Remember

But Beautiful

Glad to Be Unhappy

I’ll Be Around

16 altri prodotti nella stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

arrow_upward