SHORTY ROGERS: The Wizard of Oz

Esecutore: S.Rogers,tromba,arrangiamenti e direz.

Autore: Shorty Rogers

Numero dischi: 1

Barcode: 4260019714121

Fuori catalogo dal: 01/11/2014

Speakers Corner
LP
Jazz
2013
SC-LSP1997
2013-09-01
39,50 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

DISPONIBILE Settembre 2013

 

Shorty Rogers trasse la maggior parte dei brani di questo album dal musical Il mago di Oz, che negli anni Cinquanta gli americani poterono vedere sia al cinema sia nei teatri di Broadway. Si trattava, quindi, di brani molto famosi, tuttavia inserirvi improvvisazioni jazz e realizzarne gli arrangiamenti si rivelarono imprese tutt’altro che facili. Per ottenere il risultato migliore possibile ci si rese immediatamente conto che era necessario rivolgersi a Shorty Rogers, un artista brillante e di grande talento, che si accostò a questo lavoro molto impegnativo con in mano la bacchetta da direttore. Grazie alla loro meravigliosa semplicità, alla loro immediatezza e alla loro leggerezza emozionale, i sei brani contenuti nel lato A – tutti cantati e interpretati magistralmente sia nel film sia nel musical da Judy Garland e diventati nel giro di pochissimo tempo famosi in ogni parte del mondo – offrirono a tutti i solisti dell’orchestra di Rogers la possibilità di esibirsi in improvvisazioni molto elaborate. Tra tutti meritano una menzione particolare “Ding Dong!” e la celeberrima “Over the Rainbow”, con il delizioso concerto per pianoforte in miniatura che vede assoluto protagonista Pete Jolly. I cinque brani del lato B godono tutti di una meritata fama tra gli appassionati di jazz, anche per il fatto che Harold Arlen continuò ad arricchire per molti anni con le sue straordinarie melodie il Great American Songbook. Per la verità “Blues in the Night” non è “nera” quanto sarebbe lecito attendersi, tuttavia non bisogna dimenticare che la formazione diretta da Shorty Rogers era composta da musicisti bianchi della West Coast e non da strumentisti neri di Harlem. Per il resto, tutti i brani di questo album sono pervasi da quell’incedere agile ed elegante che piaceva tanto al pubblico che si crogiolava sotto il caldo sole californiano negli anni Cinquanta e Sessanta. Entrambi i lati di questo disco dimostrano al di là di ogni ragionevole dubbio che Shorty Rogers e i suoi Giganti conoscevano alla perfezione i segreti dello swing. E chi ha mai detto che questa musica non deve essere gradevole e divertente?

 

Shorty Rogers, arrangiatore, direttore e tromba

Jimmy Giuffre, sax tenore e clarinetto

Herb Geller, sax tenore

Bud Shank, sax contralto e sax tenore

Bob Enevoldsen, trombone

Pete Jolly, pianoforte

Barney Keseel, chitarra

Larry Bunker, vibrafono

Joe Mondragon, contrabbasso

Mel Lewis, batteria

Tracklist

Were Off To See The Wizard
Over The Rainbow
The Jitterbug
The Merry Old Land Of Oz
If I Only Had A Brain
Ding Dong! The Witch Is Dead
My Shining Hour
Get Happy
Blues In The Night
Lets Fall In Love
That Old Black Magic

16 altri prodotti nella stessa categoria:

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

arrow_upward