DUKE ELLINGTON: Masterpieces (45 mono)

Esecutore: Duke Ellington and his Orchestra

Autore: Duke Ellington

Numero dischi: 2

Barcode: 0753088441875

Lp 45 Giri
2017
ASLP4418/45
2017-06-01
70,00 €
Tasse incluse
Quantità
Non disponibile

 

Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €

 

Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi

 

Spedizione in 1 giorno lavorativo

Masterpieces di Duke Ellington è uno degli album più emblematici realizzati in quel brevissimo lasso di tempo che vide l’industria del disco raggiungere due dei traguardi più importanti della sua storia, vale a dire l’introduzione del nastro magnetico e il lancio del disco a 33 giri, passato alla storia con il nome di long playing (LP).

Quattro anni. Questo è il tempo che ci volle per passare dalle prime scoperte degli americani, alle innovative elaborazioni dei tedeschi nel campo della riproduzione sonora, alla vendita negli Stati Uniti delle piastre di registrazione della società Ampex, al lancio dei vinili da 12 pollici della Columbia e – infine – all’arrivo sul mercato dei primi LP. I quattro brani contenuti in questo disco ebbero il grande merito di catapultare Duke Ellington nell’era dell’LP e il grande compositore, arrangiatore e pianista e la sua insuperabile orchestra sfruttarono al massimo le possibilità offerte dall’impiego del nastro magnetico e dall’allora nuovissimo disco a 33 giri per presentare per la prima volta gli arrangiamenti dei brani che eseguivano nel corso dei loro concerti. In questo modo Ellington ebbe all’improvviso per la prima volta nella sua carriera l’opportunità di dimenticare il limite di tre minuti imposto dalla scarsa durata dei dischi a 78 giri. Ellington e la sua band colsero l’occasione registrando gli “arrangiamenti integrali da concerto di lunga durata” (oltre 11 minuti) di tre dei loro brani più emblematici, “Mood Indigo”, “Sophisticated Lady” con l’evocativa voce di Yvonne Lanauze e “Solitude”. Masterpieces passò alla storia del jazz anche per avere tenuto a battesimo la vigorosa e per molti versi sorprendente “The Tattooed Bride” e per essere stato il canto del cigno di tre gloriosi componenti dell’orchestra di Ellington, vale a dire il batterista Sonny Greer, il trombonista Lawrence Brown e il virtuoso di sax contralto Johnny Hodges, gli ultimi due dei quali in seguito sarebbero tornati all’ovile. Va poi detto che questo disco non avrebbe potuto essere realizzato senza una serie di circostanze particolarmente favorevoli, che si verificarono alla fine della seconda guerra mondiale. Registrato nel dicembre del 1950, appena cinque anni dopo la resa della Germania nazista agli Alleati, questo disco rivela i prodigiosi passi avanti che i tedeschi avevano compiuto nella tecnica di registrazione con nastro magnetico. A distanza di oltre sessant’anni dalla sua prima uscita, questo straordinario capolavoro di Duke Ellington continua a meravigliare gli estimatori di jazz dei giorni nostri e la sua qualità sonora resta insuperata da molti album realizzati ai giorni nostri. Masterpieces è una vera e propria rivelazione, che ci riporta all’Età d’Oro della grande industria discografica. Questo patrimonio storico e le circostanze favorevoli hanno contribuito a rendere questo album veramente speciale. 

 

Duke Ellington, pianoforte
Billy Strayhorn, pianoforte
Russel Procope, sax
Paul Gonzalves, sax
Johnny Hodges, sax
Jimmy Hamilton, sax
Nelson Williams, tromba
Andrew Ford, tromba
Harold Baker, tromba
Ray Nance, tromba
William Anderson, tromba
Quentin Jackson, trombone
Lawrence Brown, trombone
Tyree Glenn, trombone
Mercer Ellington, cornetta
Sonny Greer, batteria
Wendell Marshall, contrabbasso
Yvonne, corista


Tracklist

Mood Indigo
Sophisticated Lady
The Tattooed Bride
Solitude
Bonus track:
Vagabonds
Smada
Rock Slippin At The Blue Note

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward