TOMMY BOLIN: Private Eyes

Esecutore: Tommy Bolin

Autore: Tommy Bolin

Numero dischi: 1

Barcode: 4260019715487

Speakers Corner
LP
Pop/Rock
2017
SC-PC34329
2017-11-01
32,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

Nel corso della sua breve esistenza, Tommy Bolin poté almeno contare su otto anni straordinariamente fecondi, nel corso dei quali fu in grado di fornire un contributo di importanza fondamentale a quello che con ogni probabilità fu uno dei periodi più innovativi del rock. La sua fenomenale tecnica chitarristica gli consentì di diventare una vera e propria leggenda, soprattutto quando venne chiamato a sostituire il sotto molti versi unico Ritchie Blackmore come frontman dei Deep Purple. Il tastierista della band Jon Lord definì Bolin «una meravigliosa anima perduta», per cui nessuno può stupirsi del fatto che nel suo secondo e ultimo album solistico Bolin abbia voluto regalare ai suoi fan una visione estremamente personale del suo universo umano e musicale. Questa scelta contribuì a conferire a questo disco un’anima divisa in due, in quanto in alcuni brani come “Post Toastee” e “Shake The Devil” Bolin si inoltra nei problemi legati all’abuso di droga con un rude stile da rocker, che viene ulteriormente enfatizzato dalla sua superba performance alla chitarra. Tuttavia questo vigoroso rocker dimostra di potere essere perfettamente a proprio agio anche in atmosfere più delicate, come nella melodiosissima ballata “Sweet Burgundy”, che garantisce un ascolto di meravigliosa gradevolezza. Lo straordinario stile chitarristico di Bolin dà vita a un “Gypsy Soul” dai toni al tempo stesso naturali ed elettrizzanti, mentre “Hello, Again” si basa sui toni delicatamente d’altri tempi degli archi e degli strumenti a fiato. Il tono rilassato di questo disco esprime con grande fedeltà la filosofia sonora di quegli anni e ci ricorda che purtroppo oggi le grandi voci del rock cantano ormai da tempo in Paradiso. Questa straordinaria riproposizione della Speakers Corner è stata realizzata con tecnologia rigorosamente analogica, utilizzando i nastri analogici originali e un procedimento di rimasterizzazione del tutto analogico, dal master alla testina di incisione. Per finire, va sottolineato il fatto che l’etichetta tedesca ha provveduto a pagare tutte le royalty e tutti i diritti d’autore, un fatto per nulla scontato al giorno d’oggi.

Registrazione effettuata nel giugno del 1976 presso i Cherokee Studios di Los Angeles e i Trident Studios di Londra dagli ingegneri del suono Tom La Tondre e Steve Taylor e dai producer Dennis MacKay e Tommy Bolin.

Tracklist

Bustin\' Out For Rosey
Sweet Burgundy
Post Toastee
Shake The Devil
Gypsy Soul
Someday Will Bring Our Love Home
Hello Again
You Told Me That You Loved Me

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward