BEN WEBSTER: Gentle Ben

Esecutore: Ben Webster

Autore: Ben Webster

Numero dischi: 2

Barcode: 0753088404573

Lp 45 Giri
Pop/Rock
2019
ASLP040/45
2019-09-03
70,00 €
Tasse incluse
Quantità
  • done Spedizione gratuita per ordini superiori a 70 €
  • done Dischi al sicuro grazie ai nostri imballaggi
  • done Spedizione in 1 giorno lavorativo

In questo disco il sound ricco e coinvolgente del sax di Ben Webster appare sontuoso come in pochi altri album del grande jazzista americano

Alcune delle recensioni pubblicate sulla prima riedizione di questo mitico disco realizzata qualche anno fa dalla Analogue Productions su vinile da 200 grammi. «Il palcoscenico sonoro è intimo e molto coinvolgente, con il timbro del sax di Ben Webster che viene reso con dolcezza e una grandissima cura dei dettagli, il contrabbasso con sfumature morbide e consistenti, il pianoforte con una tavolozza sonora ricca e dettagliata e la batteria con una spontaneità estremamente naturale. Come si era già detto a proposito dei titoli precedenti, la musica emerge in tutta la sua gloriosa bellezza e una meravigliosa presenza dalle due facciate piatte e incredibilmente silenziose di questo LP da 200 grammi prodotto dalla Quality Record Pressings» Qualità sonora: 4/5; Qualità artistica: 3,5/5 (Wayne Garcia, The Absolute Sound, gennaio 2013) «Questo disco consente di apprezzare in tutta la sua bellezza il suono inconfondibilmente sensuale di Ben Webster, che per l’occasione è affiancato dal Trio di Tete Montoliu, uno straordinario pianista spagnolo di lungo corso, che nel corso della sua carriera accompagnò quasi tutti i grandi jazzisti americani di passaggio in Europa […] Questo album è uno dei primi dischi pubblicati dalla Analogue Productions con la sua neocostituita Quality Record Pressings e presenta una grandissima rassomiglianza con i dischi stampati fino a poco tempo fa dall’azienda tedesca Pallas: in particolare, l’aspetto è curato fin nei minimi dettagli e il vinile è straordinariamente silenzioso […] Questo superbo LP da 200 grammi è custodito in una busta in carta di riso all’interno di una copertina in cartoncino molto consistente […] Un disco caldamente raccomandato» Qualità tecnica: 10/10; Qualità artistica: 8,5/10 (Dennis D. Davis, Hi-Fi+, numero 81). Questo disco venne registrato appena 10 mesi prima della morte di Ben Webster, avvenuta nel 1972. Webster, che nel 1965 aveva lasciato gli Stati Uniti per trasferirsi in Europa (prima a Copenaghen e poi ad Amsterdam), era andato a trovare a Barcellona il suo amico e collega musicista Tete Montoliu. In quell’occasione, Webster e il pianista spagnolo rievocarono con nostalgia i tempi in cui avevano suonato insieme a Copenaghen, quando il grande tenorsassofonista americano viveva ancora nella capitale danese. In seguito, Montoliu affermò che i due musicisti che lo avevano ispirato maggiormente erano Webster e Don Byas. Esibizione dopo esibizione, Webster e Montoliu svilupparono un’intesa molto profonda, che appare particolarmente evidente in questo bellissimo disco, come si può notare dalla spontaneità con cui dialogano tra loro. Accanto a Webster e a Montoliu ci sono i due componenti regolari del trio del pianista spagnolo, vale a dire il contrabbassista Eric Peter e il batterista Peer Wyboris. In Gentle Ben Webster non si risparmia di certo, come si può notare facilmente dalla ricchezza del timbro del suo sax tenore. In effetti, vista e considerata la voluta linearità degli arrangiamenti, il sound ricco e coinvolgente del sax di Ben Webster appare sontuoso come in pochi altri album del grande tenorsassofonista americano. Tra i brani migliori in programma, meritano di essere citati “Ben’s Blues”, “Sweet Georgia Brown”, “The Man I Love” e “Don’t Blame Me”.

Tracklist

Ben's Blues
The Man I Love
My Nephew Bent
How Long This Has Been Going On
Sweet Georgia Brown
Don't Blame Me
Did You Call
Barcelona Shout

16 altri prodotti nella stessa categoria:

arrow_upward